Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giorgia Meloni presenta suo libro a scuola, obbligando studenti a partecipare. Arriva smentita

© AFP 2021 / Guglielmo Mangiapane / PoolЛидер партии "Братья Италии" Джорджа Мелони в нижней палате парламента в Риме
Лидер партии Братья Италии Джорджа Мелони в нижней палате парламента в Риме - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Seguici su
Giorgia Meloni avrebbe dovuto presentare il suo libro personale in una scuola messinese attraverso un evento online, il suo partito smentisce ma intanto monta la polemica.
L’Istituto tecnico economico statale di Messina, “Antonio Maria Jaci”, avrebbe dovuto ospitare la presentazione del libro del leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, agli studenti in un evento online. Gli studenti, secondo una circolare emanata dalla stessa scuola, avrebbero dovuto obbligatoriamente partecipare all’iniziativa ritenuta “culturale”, pena la perdita dei crediti formativi previsti.
La protesta degli studenti non allineati alla politica di Fratelli d’Italia e dei genitori degli stessi studenti, ha fatto il giro delle agenzie di stampa e dei quotidiani ed è balzato in poco tempo sul piano nazionale.
Alcuni esponenti politici di sinistra hanno chiesto l’immediato intervento del ministro dell’Istruzione Bianchi, perché si domandano come sia possibile che un politico si presenti in una scuola pubblica per promuovere commercialmente la vendita del suo libro. Un fatto mai accaduto prima in Italia fa notare anche l’Anpi.
Fratelli d’Italia è intervenuto con un comunicato che ha sconfessato tutto, la segreteria del partito ha affermato che il presidente Giorgia Meloni non ne sapeva nulla e che non aveva ricevuto alcun invito a partecipare a questo evento di presentazione. E che comunque lei non avrebbe partecipato per mantenere fuori la politica dalla scuola.
Non ne è convinto Michele Anzaldi, di Italia Viva, componente della commissione Cultura alla Camera, secondo il quale è poco credibile che si sia organizzata la presentazione del suo libro in una scuola, a sua insaputa. Possibile che nella scuola si siano inventato tutto? “In nessun modo credibile”, scrive Anzaldi su Twitter.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала