Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, i cani rilevano tracce del virus meglio dei tamponi

© REUTERS / Adam Schultz/White HouseMajor, uno dei cani della famiglia Biden
Major, uno dei cani della famiglia Biden - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Seguici su
L'accuratezza dei nostri amici a quattro zampe sarebbe addirittura del 97%, secondo un nuovo studio francese.
Secondo la ricerca, citata da The Guardian, i cani potrebbero essere più ampiamente utilizzati per lo screening di massa nei luoghi affollati, come stazioni e aeroporti, in quanto sono in grado di rilevare la presenza delle particelle di Covid-19 nelle persone meglio di molti tamponi.
Una gabbia troppo piccola per un cane di grossa taglia? Non è molto sicuro - Video - Sputnik Italia, 1920, 22.04.2021
Una gabbia troppo piccola per un cane di grossa taglia? Non è molto sicuro - Video
Lo studio, condotto tra marzo e aprile dalla scuola veterinaria nazionale francese e dall'unità di ricerca clinica dell'ospedale Necker-Cochin di Parigi, ha dimostrato che i cani sono in grado di rilevare la presenza del virus con una precisione del 97%, e sono risultati corretti nel 91% dei casi per i campioni negativi. Una recente revisione di 64 studi ha rilevato che i tamponi naso/oro-faringei identificano correttamente in media il 72% delle persone infettate dal virus con sintomi, e il 58% di negativi.
"Questi risultati sono una conferma scientifica della capacità dei cani di rilevare la firma olfattiva del Covid-19", ha detto il consiglio dell'ospedale di Parigi, aggiungendo che questo studio è primo nel suo genere. "Si tratta di risultati eccellenti, paragonabili a quelli di un test PCR", ha dichiarato il professor Jean-Marc Tréluyer all'Agence-France Presse.
Tréluyer ha affermato che i cani non sostituiranno i test PCR, che sono significativamente più affidabili dei tamponi, ma potrebbero "aiutare a identificare quelle persone che dovrebbero sottoporsi a un test virale completo e quindi facilitare i test di massa".
Cane - Sputnik Italia, 1920, 16.05.2021
Cani poliziotto: la verità dietro il loro olfatto
Nello studio francese, i ricercatori hanno raccolto campioni - batuffoli di cotone premuti per due minuti sotto le ascelle dei partecipanti - da 335 persone di età compresa tra i 6 e i 76 anni che si sono presentate per un test PCR presso i centri di test di Parigi. I tamponi sono stati poi sigillati e dati ad almeno due dei nove cani utilizzati nello studio per essere annusati. I proprietari dei cani non sapevano quali campioni fossero positivi.
I cani hanno rilevato il 97% delle 109 persone il cui test PCR si è successivamente rivelato positivo, e il 91% di quelle il cui test PCR era negativo.
Ricercatori di vari paesi, tra i quali Australia, Germania e Gran Bretagna, hanno utilizzato i cani per rilevare il Covid, mentre Finlandia ed Emirati Arabi Uniti l'anno scorso hanno lanciato prove con cani da traccia negli aeroporti internazionali di Helsinki e Dubai.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала