Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Capo MI5 accusa Facebook di aver dato "pass gratuito" a terroristi con nuovo sistema di messaggi

© AP Photo / Tony AvelarLogo di Facebook
Logo di Facebook - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Seguici su
La nuova crittografia infatti potrebbe favorire gruppi terroristici e di adescamento dei minori, minacciando la sicurezza di migliaia di persone.
Il capo dell'ente di sicurezza e spionaggio inglese MI5, Ken McCallum, ha accusato Facebook di aver dato un vero e proprio "free pass" ai terroristi con i suoi piani per la crittografia end-to-end dei messaggi.
Nella sua prima intervista, riportata dal Daily Mail, McCallum ha detto che i piani di Mark Zuckerberg consentirebbero meglio ai terroristi di pianificare attacchi su Messenger e Instagram senza essere visibili ai servizi di sicurezza.
Icone dei social media - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Accuse a Facebook per "mancata protezione della privacy dei bambini" su Instagram for Kids
Il servizio di sicurezza ha infatti spiegato che Facebook è impostato per smettere di utilizzare algoritmi che contrassegnano contenuti illegali, rendendoli invece visibili solo al mittente e al destinatario. Il servizio dell'intelligence vorrebbe invece che l'azienda mantenesse i contenuti visibili in modo che possano essere trasmessi se ritenuto necessario.
Ma parlando a Times Radio, McCallum ha detto che non stanno cercando di costruire uno "stato di sorveglianza" con "una telecamera nel soggiorno di tutti", come nel famoso romanzo distopico di Orwell "1984". McCallum ha affermato che le decisioni prese dai dirigenti della Silicon Valley stanno ora avendo un effetto diretto sulla capacità dei servizi di sicurezza di interrompere le attività dei terroristi o delle reti di abusi sessuali su minori.
Ha sottolineato che, se i servizi segreti avessero informazioni che qualcuno sta costruendo una bomba o filmando un video del martirio nel loro salotto, sarebbero stati in grado di richiedere un mandato al Ministro degli Interni e a un giudice anziano. "In questo modo, potremmo accedere a quella stanza, verificare se una bomba sia effettivamente in costruzione o meno. E dobbiamo avere questa capacità anche online", ha detto.

"Se si dispone di una crittografia predefinita end-to-end, senza alcun mezzo per aggirarla, di fatto si sta dando a quelle persone pericolose, come terroristi o persone che organizzano abusi sessuali su minori online, un pass gratuito in cui sanno che nessuno può vedere cosa stanno facendo in quei salotti privati", ha continuato McCallum. "Si tratta di un problema irrisolto, che richiede la dovuta attenzione. Non stiamo in alcun modo cercando una qualche forma di Stato di sorveglianza".

A lui si è unito Neil Basu, capo nazionale dell'antiterrorismo, che ha aggiunto che le persone potrebbero morire e gli abusi sui minori sfuggire alla cattura se Facebook continuasse con il loro piano di "mettere la privacy davanti alla sicurezza".
Un portavoce dell'azienda di Facebook ha risposto ai reclami dell'MI5 difendendo la privacy del servizio offerto da Facebook.
"Una forte crittografia è essenziale per proteggere tutti da hacker e criminali, ed è già la tecnologia di sicurezza leader utilizzata da molti servizi", ha affermato. "Non abbiamo alcuna tolleranza per il terrorismo o lo sfruttamento dei minori sulle nostre piattaforme e stiamo costruendo forti misure di sicurezza nei nostri piani per combattere tali abusi", ribadendo l'impegno del gigante mediatico di collaborare con esperti del settore, forze dell'ordine e servizi di sicurezza per combattere la criminalità e tenere gli utenti al sicuro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала