Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

WSJ: "Tregua Israele-Hamas forse già domani"

© AFP 2021 / HATEM MOUSSAMasked Palestinian Hamas militants display their weapons during a parade in Gaza City. File photo.
Masked Palestinian Hamas militants display their weapons during a parade in Gaza City. File photo. - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Le ostilità tra le forze armate israeliane e Hamas vanno ormai avanti da oltre dieci giorni.
La firma di un cessate il fuoco tra lo stato d'Israele e Hamas potrebbe arrivare già nella giornata di domani.
A lanciare l'indiscrezione, nelle ultime ore, è stato il Wall Street Journal, che ha citato fonti a conoscenza dei negoziati.
In particolare, viene precisato che i mediatori egiziani e qatarioti avrebbero compiuto ''progressi nei colloqui con i leader di Hamas'', con Israele che si sarebbe detto vicino al raggiungimento degli obiettivi militari.
A rappresentare un'incognita sulla prosecuzione delle trattative è però l'organizzazione Jihad Islamica palestinese, che secondo il Journal potrebbe continuare a sferrare attacchi contro israele anche dopo la siglatura della tregua.

Le trattative tra USA e Israele

Ieri primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha respinto le pressanti richieste del capo di stato americano Joe Biden per un cessate il fuoco in Palestina, ribadendo ai giornalisti che le operazioni lungo la Striscia di Gaza continueranno fino a quando gli obiettivi non saranno raggiunti.
A sua volta, il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi, in una conversazione con il segretario di Stato americano Antony Blinken tenutasi ieri, ha riferito a quest'ultimo che Tel Aviv avrà bisogno ancora di pochi giorni per completare le operazioni militari a Gaza.
Da parte sua, il Segretario di Stato americano ha chiarito alla sua controparte che gli Stati Uniti si aspettano una rapida cessazione delle ostilità. A riferirlo è Axios, citando un funzionario dell'amministrazione di Tel Aviv.
Nella chiamata, Blinken ha informato Ashkenazi che gli Stati Uniti non appoggeranno l'iniziativa francese su Gaza al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ma che il sostegno americano a Israele sulla questione di Gaza, in particolare alle Nazioni Unite, non potrà durare ancora a lungo.
 In this file photo taken on April 13, 2021 Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu speaks during a ceremony to mark Yom HaZikaron, Israel's Memorial Day for fallen soldiers, at the Yad LeBanim House in Jerusalem. - Netanyahu's mandate to form a government following an inconclusive election expired on May 5, 2021 giving his rivals a chance to take power and end the divisive premier's record tenure.  - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Israele, Biden chiede a Netanyahu una "significativa riduzione dell'escalation" su Gaza

Le ostilità in Palestina

Le tensioni tra Israele e Hamas si sono intensificate dopo che un tribunale israeliano ha deliberato per lo sfratto di diverse famiglie palestinesi dal quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme, con circa 4.000 razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele, oltre 1.200 dei quali sono stati intercettati dal sistema di difesa missilistico israeliano.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала