Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sostegni bis, via libera dal Consiglio dei Ministri

CC BY 2.0 / Simone Ramella / Palazzo Chigi
Palazzo Chigi - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Licenziato il nuovo pacchetto di aiuti finanziati da 40 miliardi di extra deficit per il sostegno all'occupazione, alle imprese e lavoratori.
Dopo l'approvazione alla Camera del dl Sostegni, il governo mette in campo un nuovo provvedimento da 40 miliardi di extra deficit per rilanciare le attività economiche e creare occupazione. Il CdM concluso giovedì a Palazzo Chigi ha dato il via libera al cosiddetto decreto Sostegni-bis.
Il dl sarà illustrato nella conferenza stampa delle 16 dal premier Mario Draghi assieme ai ministri dell'Economia, Daniele Franco, e del Lavoro, Andrea Orlando.
La bozza del decreto è costituita da 77 articoli che contengono ristori a fondo perduto, misure per la liquidità, per il lavoro, il rifinanziamento del rem, aiuti ad agriturismi e aziende vitivinicole fino ad uno stanziamento di 100 milioni per le attività chiuse.
Previsti, inoltre, finanziamenti alla sanità e alla lotta al Covid.
Il nuovo pacchetto di aiuti verrà finanziato con uno scostamento di bilancio per 40 miliardi. Quasi la metà, 18 miliardi, sarebbero destinati agli indennizzi di imprese, partite Iva e famiglie in difficoltà per la pandemia e per sostenere i comuni.
© AFP 2021 / Alberto PizzoliMario Draghi
Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Mario Draghi

L'elenco delle misure

Tra le altre misure previste nelle bozza figurano:
incentivi per l'acquisto di auto poco inquinanti fino alla fine dell'anno, per risollevare il settore;
indennizzi in due tempi per le imprese, con un contributo a fondo perduto pari ad almeno il 30% delle perdite di fatturato nel 2020 rispetto al 2019 e un'integrazione per le chiusure dei primi tre mesi dell'anno;
fondo perequazione per risarcire le attività che resteranno chiuse come discoteche e sale gioco, per le quali si ragiona su un foirfait;
proroga al 30 giugno, del termine di sospensione delle cartelle fiscali e dei pignoramenti;
potenziamento del bonus vacanze;
pacchetto lavoro da 5-6 miliardi per scongiurare le conseguenze della fine del blocco dei licenziamenti;
70 milioni per i centri per l'impiego;
sgravio contributivo per le imprese del comparto commercio e turismo che non richiedono la cassa integrazione pur avendone usufruito in precedenza;
reddito di emergenza rifinanziato per quattro mensilità;
aiuti ai Comuni per 600 milioni di euro da destinare agli sconti tari;
500 milioni per i buoni spesa distribuiti dai Comuni;
fondo da 100 milioni per il wedding e lo sport;
rifinanziamento da 100 milioni del fondo montagna;
sostegno da 500 milioni alla scuola;
200 milioni per il fondo a sostegno delle grandi imprese nato con il cura italia;
100 milioni per il fondo di compensazione a favore del settore aereo;
300 milioni per quello di sostegno al settore aeroportuale;
150 milioni per Rfi, da utilizzare nel rilancio del traffico ferroviario e riduzione del canone di utilizzo dell'infrastruttura ferroviaria.
Nella bozza è inoltre prevista una ristrutturazione di Anpal, commissariata nei giorni scorsi, che non avrà più alla guida un presidente ma un direttore e "scelto tra esperti ovvero tra personale incaricato di funzioni di livello dirigenziale generale delle amministrazioni pubbliche in possesso di provata esperienza e professionalità nelle materie di competenza dell'Anpal ed è nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali".
L'altro grande tema che il provvedimento affronta è il sostegno Alitalia per garantire l'operatività della compagnia e il pagamento degli stipendi, in attesa che si sblocchi la trattativa per Ita con la Ue.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала