Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Salvini: "Ddl Zan e Ius soli sono divisivi"

Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Salvini ha ribadito la propria contrarietà al disegno di legge sulle discriminazioni contro le minoranze di genere.
Il Ddl Zan e la legge sullo Ius Soli sono dei temi di divisi e chi porta tali proposte in Parlamento non fa un buon servizio al Paese.
Ad affermarlo quest'oggi ai microfoni di Agorà su Raitré è il leader della Lega, Matteo Salvini, che è intervenuto sulle normative che tanto stanno facendo discutere la maggioranza di governo:
"Se qualcuno evita di portare in Parlamento temi divisivi fa un buon servizio a Draghi, a Mattarella e al Paese. Se parli di ddl Zan, di Ius soli e di temi che evidentemente dividono non fai un buon servizio agli italiani".
Il leader del Carroccio si è quindi detto disponibile a votare anche "domani mattina" una legge sul riconoscimento di alcuni diritti e di tutele contro le discriminazioni "senza però tirare in mezzo i bambini o inventarsi nuovi reati che processano le idee".
Siamo qui per risolvere i problemi degli italiani, senza scadenze. Mi sembra irrispettoso mettere scadenze a Draghi, che guida un governo di ricostruzione nazionale, di quelli che si rimboccano le maniche e che pensano che, come nel dopoguerra l'Italia dopo il Covid, abbia la necessità di curarsi, ripartire lavoro e speranza. Mettere una scadenza non mi sembra rispettoso, chiedendo a Draghi di dire oggi cosa farà a febbraio 2022", ha quindi concluso Salvini.

Il Ddl Zan

Lo scorso 4 novembre la Camera dei deputati ha approvato il cosiddetto disegno di legge Zan, ddl Zan, con cui il deputato del Partito Democratico Alessandro Zan ha promosso una legge volta a tutelare le minoranze di genere, chi viene discriminato per l’orientamento sessuale, identità di genere o per chi viene discriminato a causa del suo stato di disabilità.
In caso di approvazione piena da parte del Senato, la legge andrà a modificare ed estendere le protezioni per i crimini d’odio già previste dalla legge Mancino del 1993.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала