Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green Pass, ecco a cosa serve e come funziona

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaScannerizzazione di un pass magnetico
Scannerizzazione di un pass magnetico - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Il Green Pass o "Certificazione Verde", in Italiano, è un documento introdotto con il decreto anti-Covid del 22 aprile 2021.
Nelle ultime settimane si parla sempre di più di Green Pass e dell'implementazione di questo documento per gli spostamenti non solo sul territorio nazionale italiano, ma anche tra i paesi europei.
Ma quali sono la sua funzione, la durata e, soprattutto, come è possibile ottenerlo?

A cosa serve

Il Green Pass dimostra di essere stati vaccinati o di essere guariti dal Covid-19 o di essersi sottoposti a tampone con esito negativo.
Il documento risulta essere necessario per gli spostamenti tra le regioni in fascia arancione e rossa ma anche per visitare gli anziani nelle case di riposo (Rsa).
Per gli spostamenti tra i paesi europei è prevista entro il mese di giugno l'introduzione del Green Pass europeo, che permetterà di muoversi mostrando un semplice QR Code associato a un codice identificativo univoco a livello nazionale e leggibile da tutti gli Stati Ue
Ad oggi, indipendentemente dalla vaccinazione fatta o dalla guarigione dal Covid, per entrare in Italia serve sempre un tampone negativo, fatto al massimo 48 ore prima della partenza.
All'arrivo nel Belpaese continua ad essere obbligatoria l'osservanza di 10 giorni di quarantena all’arrivo se si proviene dai Paesi extra Ue, che dallo scorso 16 maggio è stata abolita per chi proviene dai paesi Ue e dell'area Schengen, oltre che dalla Gran Bretagna e da Israele.

Quanto dura

La durata del GreenPass per i vaccinati è stata portata da 6 mesi a 9 mesi "a far data dal completamento del ciclo vaccinale". Inoltre è stato deciso di rilasciare la certificazione contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino, "con validità dal "quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale".
A tal proposito, è utile ricordare che, in caso di vaccinazione con AstraZeneca, il Green Pass ha validità di circa un anno; per chi invece riceve la somministrazione del siero monodose di Johnson&Johnson, la durata del documento è di 9 mesi. Infine, per chi decide di ricorrere ai vaccini Rna di Pfizer e Moderna va calcolata una durata intermedia.
Per quanto concerne la durata del documento in caso di guarigione, essa resta pari a 6 mesi a far data dall'avvenuta guarigione dal Covid. In caso di tampone negativo, il certificato ha una validità di quarantotto ore dall'esecuzione del test.
La presidente della Commissione Ursula von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Von der Leyen ottimista sul funzionamento dei green pass nella Ue per giugno

Come ottenerlo

Per i cittadini vaccinati, il Green Pass è rilasciato "in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria ovvero dall'esercente la professione sanitaria che effettua la vaccinazione".
I guariti dal Covid otterranno invece la Certificazione Verde "in formato cartaceo o digitale, dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero del paziente affetto da Covid-19, oppure, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta".
Infine, il risultato negativo del tampone viene attestato dalla farmacia o dal laboratorio privato in cui si effettua il test molecolare o antigenico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала