Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Ue prepara le regole per ricevere in sicurezza i turisti da tutto il mondo

© Sputnik . Evgeny UtkinUna spiaggia quasi vuota
Una spiaggia quasi vuota - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
In vista dell'estate la Ue corre ai ripari e approva un piano per salvare il turismo: via libera per i viaggiatori dall'esterno, basta che siano vaccinati e che non vengano da uno Stato ad emergenza contagi.
La Ue apre la strada al ritorno dei visitatori dai Paesi extra-europei in vista di una stagione estiva che sarà cruciale per il settore turistico. Gli ambasciatori dei 27 Stati membri dell'Unione europea hanno approvato un piano che consentirebbe le visite di turisti e altri viaggiatori non essenziali, a cui è stato per lo più impedito di entrare nell'Unione per più di un anno.
In particolare il via libera riguarda i viaggiatori immunizzati con le due dosi di vaccino o provenienti da Paesi considerati sicuri dal punti di vista dei contagi, secondo quanto si apprende dal New York Times.
Turisti al mare - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Organizzazione mondiale del turismo: i pass vaccinali non sufficienti per far ripartire il settore
La svolta è fortemente voluta da quei Paesi come Italia, Spagna e Grecia che puntano al turismo per rilanciare l'economia e arriva giusto in tempo per salvare la stagione estiva.
Secondo quanto riferisce il Financial Times, l'accordo provvisorio ha ancora bisogno dell'approvazione formale dell'esecutivo e serve a formalizzare un'apertura frammentaria già in atto: un numero sempre più cospicuo di Paesi si sta allontanando dalle regole di viaggio comuni del blocco. Al momento, però, si tratta solo di una raccomandazione.

Il piano di viaggio nella Ue

Gli Stati membri potranno ammettere ingressi dai Paesi extra Ue per viaggi non essenziali, secondo quanto riferisce il FT che ha visionato una copia delle proposte.
I visitatori devono aver concluso il ciclo vaccinale con uno dei sieri approvati dall'Agenzia europea per i medicinali, almeno 14 giorni prima dell'arrivo in Ue. Tuttavia l'orientamento è quello di estendere gli ingressi anche a chi ha ricevuto vaccini diversi da BioNTech/Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson.
Scannerizzazione di un pass magnetico - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Green Pass, ecco a cosa serve e come funziona
L'ipotesi che si fa sempre più concreta è difatti quella di ammettere chi ha ricevuto un vaccino incluso nell'elenco di emergenza dell'Organizzazione mondiale della sanità, che comprende anche il cinese Sinopharm. I bambini troppo piccoli per essere vaccinati sarebbero in grado di viaggiare con i genitori immunizzati se negativi al Covid-19 nelle 72 ore prima dell'arrivo nell'UE.
Le nuove proposte dipenderanno anche dal successo del lancio del passaporto vaccinale, il digital green pass. Tuttavia non esiste un sistema elettronico internazionale per la prova della vaccinazione, né nell'UE né al di fuori.
Il piano dell'UE introdurrebbe anche un parametro di infezione da coronavirus meno rigoroso tenendo conto dell'incidenza dei contagi per considerare i Paesi sicuri. Il limite massimo potrebbe essere aumentato da 25 a 75 casi ogni 100.000 abitanti nei 14 giorni precedenti.
Questo aprirebbe le porte ai turisti provenienti da Regno Unito, Australia, Israele, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Corea del Sud e Thailandia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала