Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, raggiunto accordo sul certificato digitale Ue per i viaggi

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaCorridoio di disinfezione in un aeroporto
Corridoio di disinfezione in un aeroporto - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Il Parlamento Europeo e il Consiglio UE giovedì hanno raggiunto l'intesa preliminare sull'introduzione dei certificati COVID per i cittadini dell'Unione Europea. L'uso del documento è previsto per l'inizio di giugno.
Il Parlamento Europeo ha informato che due le istituzioni dell'UE hanno raggiunto l'intesa sull'introduzione dei cosiddetti green pass che conterranno le informazioni sulla vaccinazione contro il COVID-19 o guarigione dopo aver contratto il virus.
"I negoziatori del Parlamento Europeo e del Consiglio UE oggi hanno raggiunto l'intesa preliminare sull'introduzione del certificato COVID digitale nell'UE", afferma una nota del Parlamento Europeo.
Le autorità fanno notare che il 26 maggio si terrà il voto della commissione per le libertà civili del Parlamento Europeo.
L'approvazione definitiva del documento è attesa alla plenaria del 7-10 giugno.

Il certificato UE per gli spostamenti

Il 17 marzo la Commissione Europea ha presentato un disegno di legge sull'introduzione dei certificati digitali sul coronavirus nella UE, che conterrà tre opzioni di dati: informazioni sulla vaccinazione contro il coronavirus, un test PCR negativo, o l'avvenuta guarigione e la presenza di anticorpi. In base ai documenti della Commissione Europea, saranno riconosciuti i vaccini autorizzati a livello centrale dall'Europa, tuttavia i Paesi membri avranno il diritto di riconoscere se lo vorranno altri vaccini.
Questo pass può essere utilizzato utilizzando un telefono cellulare e un codice QR. Secondo le autorità europee, i green pass dovrebbero, da un lato, escludere la discriminazione e, dall'altro, consentire di accelerare il ritorno alla normale circolazione della gente tra i Paesi dell'Unione Europea.
Secondo la proposta della Commissione Europea, l'uso del certificato sarà limitato nel tempo e scadrà dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità avrà dichiarato la fine della pandemia, e i dati trattati sarebbero stati minimi e protetti secondo gli standard dell'UE.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала