Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Assalto migranti a Ceuta, la Spagna accusa il Marocco di "invasione" e "ricatto"

© REUTERS / Jesus MoronAfrican migrants help each other as they arrive at the CETI, the short-stay immigrant centre, after crossing the border from Morocco to Spain's North African enclave of Ceuta, Spain, February 17, 2017
African migrants help each other as they arrive at the CETI, the short-stay immigrant centre, after crossing the border from Morocco to Spain's North African enclave of Ceuta, Spain, February 17, 2017 - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Seguici su
Continua la confrontazione diplomatica tra Rabat e Madrid sulla questione dei migranti che hanno preso d'assalto l'enclave di Ceuta.
Il governo spagnolo ha accusato quest'oggi il Marocco di "aggressione" e "ricatto" in seguito all'arrivo di 8.000 migranti da lunedì nell'enclave spagnola di Ceuta.

L'afflusso di questi migranti dal vicino Marocco "è un'aggressione contro i confini spagnoli ma anche i confini dell'Unione Europea", ha denunciato il ministro della Difesa Margarita Robles alla radio pubblica, indicando un "ricatto" di Rabat al quale accusa di "utilizzare minori" .
"Non stiamo parlando di giovani di 16, 17 anni ma di bambini di sette o otto anni, secondo quanto ci hanno riferito le Ong [...], ignorando il diritto internazionale", ha incalzato la Robles.
Il titolare della Difesa faceva riferimento all'immagine di un bambino salvato dall'annegamento da un agente della Guardia civile spagnola ha fatto il giro del mondo in particolare, facendo paura sui social.

Già nella giornata di ieri il premier Pedro Sanchez ha accusato mercoledì di Rabat di "mancanza di rispetto" nei confronti della Spagna.

L'emergenza miranti a Ceuta

Da lunedì, una marea umana di oltre 8.000 migranti, la stragrande maggioranza di nazionalità marocchina, ha raggiunto senza ostacoli il piccolo porto spagnolo grazie ad un allentamento dei controlli alle frontiere da parte del Marocco.

Questa ondata migratoria senza precedenti avviene sullo sfondo della grande crisi diplomatica tra Madrid e Rabat, che si è acuita in seguito al ricovero in Spagna del leader dei separatisti saharawi del Fronte Polisario, nemico giurato di Marocco.
Rifugiati siriani sulla frontiera tra Turchia e Grecia - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Migranti all'assalto di Ceuta, Madrid schiera la Guardia Civil

Diverse Ong spagnole e marocchine hanno denunciato il fatto che un gran numero di minori si ritrovano vittime del confronto tra i due Paesi.

Degli oltre 8.000 migranti, 5.600 sono già stati deportati in Marocco, secondo i dati forniti mercoledì dalle autorità spagnole.

Reazione dell'UE

Anche Bruxelles ha usato parole forti contro l'operato marocchino e ha assicurato, per voce della della vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas, che "nessuno può intimidire o ricattare l'Unione europea sul tema della migrazione".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала