Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Spostameno del coprifuoco, i ristoranti aperti fino alle 23 incassano il 10% in più

© AP Photo / Alessandra TarantinoTavoli all'aperto in un ristorante di Trastevere
Tavoli all'aperto in un ristorante di Trastevere - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Seguici su
Secondo quanto afferma Coldiretti lo spostamento del coprifuoco dalle 22 alle 23 permetterà un maggior numero di incassi in ristoranti, trattorie e pizzerie grazie alla possibilità del doppio turno.
Con l’entrata in vigore il decreto legge Covid, pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, è stato spostato oggi il coprifuoco dalle ore 22 alle 23.
Grazie a questa misura sarà nuovamente possibile il doppio turno nei ristoranti, con la stima di un aumento minimo di incassi del 10%. Il dato emerge da un'analisi di Coldiretti.
"Lo spostamento di un’ora del coprifuoco è un primo importante passo verso la riapertura totale con il via libera dal 1 giugno ai pasti al coperto a pranzo e cena che consente la riapertura di circa 180mila realtà della ristorazione lungo la Penisola che non dispongono di spazi all’aperto" ha affermato Coldiretti.
Secondo Coldiretti, l’entrata in vigore del decreto a pieno regime con il superamento del coprifuoco il 21 giugno e la riapertura totale vale per la ristorazione almeno 3,5 miliardi al mese in più di incassi per la ristorazione.

Spostamento del coprifuoco e turismo

Il via libera sui ristoranti al chiuso e lo spostamento del coprifuoco era atteso anche per per sostenere il turismo nazionale e straniero dopo lo stop alla quarantena da Paesi Ue dell’area Schengen, da Gran Bretagna e da Israele oltre ai voli Covid free dagli Stati Uniti.
"Il cibo infatti è diventato la voce principale del budget delle famiglie in vacanza in Italia con circa un terzo della spesa di italiani e stranieri destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per street food o specialità enogastronomiche, senza dimenticare i souvenir" ha spiegato Coldiretti.

Benefici a tutto l'indotto agroalimentare

L'intero sistema agroalimentare riuscirà beneficiare delle misure adottate con il nuovo decreto, dopo un anno dove un milione di chili di vino e cibi sono rimasti invenduti dall’inizio della pandemia a causa dello stop alla ristorazione.
Ieri Filiera Italia ha sottolineato la necessità, nonostante le riaperture, di continuare a sostenere le attività di ristorazione e bar che sono state colpite dalla pandemia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала