Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Azienda Teva a Nerviano, i lavoratori in sciopero bloccano il Sempione

© Foto : Massimo MassimoSciopero lavoratori Teva, Nerviano
Sciopero lavoratori Teva, Nerviano - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Seguici su
Questa mattina 250 lavoratori della Teva di Nerviano sono scesi in presidio davanti allo stabilimento per chiedere all'azienda di rivedere la sua decisione sulla chiusura del sito.
I lavoratori dello stabilimento di Nerviano dell'azienda di farmaci Teva si sono riuniti oggi con cartelli e striscioni davanti allo stabilimento, bloccando lo Scempione e causando disagi al traffico.
La richiesta portata avanti dai lavoratori è quella di far tornare sui suoi passi l'azienda che, il mese scorso, ha improvvisamente annunciato la chiusura dello stabilimento dove sono impiegati 360 dipendenti.

FEMCA CISL: la chiusura dello stabilimento provocherà conseguenze per tutto l'indotto

"L’azienda circa un mese fa dall’oggi al domani ha deciso di chiudere lo stabilimento di Nerviano. Nonostante gli incontri con l’azienda, con il sindaco di Nerviano e con la Regione non c’è stato avanzamento rispetto alle nostre richieste, in primis il mantenimento dello stabilimento e dei posti di lavoro" ha spiegato Marco Napoli, sindacalista della FEMCA CISL.

I lavoratori sono scesi per strada con cartelloni "il lavoro è dignità". La chiusura dello stabilimento, come affermato anche da Napoli, costerebbe il futuro di 360 famiglie e di tutto l'indotto che su Nerviano lavora anche grazie a Teva Actavis.

FILCTEM CGIL: necessario incontro con il Mise per trovare alternative alla chiusura

"Siamo qui in presidio per sensibilizzare l’azienda a ritornare sui suoi passi e reinvestire nello stabilimento, provando a portare produzioni alternative a quelle che ci sono oggi, ma anche l’opinione pubblica e le istituzioni, a partire dal comune e dalla regione, in attesa dell’incontro che abbiamo già richiesto al Mise" ha affermato Francesco Restieri della FILCTEM CGIL.
Quest'ultimo ha poi affermato che è già in programma un incontro in Regione il 29 maggio per avere alcune risposte sul futuro di questi lavoratori. Tra le opzioni per il salvataggio dello stabilimento anche la possibilità per quest'ultimo di produrre i vaccini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала