Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lavoro, uno studio calcola quanti morti all'anno sono causati dagli straordinari

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaLavoro in fabbrica
Lavoro in fabbrica - Sputnik Italia, 1920, 17.05.2021
Seguici su
Centinaia di migliaia di persone muoiono ogni anno per le ore straordinarie di lavoro, che causano malattie cardiache e ictus. Lo afferma uno studio dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), pubblicato lunedì sulla rivista Environment International.
Un gruppo di scienziati ha esaminato gli effetti dei lavori straordinari e le relative statistiche di salute tra le persone con malattie cardiache e ictus quasi in 200 paesi negli anni 2000, 2010 e 2016.
  • Nel 2016 il numero di persone decedute per ischemia miocardica e ictus, che facevano gli straordinari (oltre 55 ore a settimana) era 745.194.
  • In questo periodo almeno 488 milioni di persone al mondo lavoravano più di 55 ore a settimana.
L'articolo fa notare che tra 2016 e 2020 il numero di morti provocati da ictus e malattie cardiache tra i lavoratori che fanno gli straordinari è aumentato in media al 29% mentre, secondo i dati dei ricercatori, sta aumentando il numero di persone con le ore straordinarie di lavoro.
Gli scienziati hanno rilevato che il rischio di morte per ictus e malattie cardiache tra chi fa gli straordinari è più alto del 35% rispetto a coloro che lavorano 40 ore a settimana. Inoltre, il rischio morire per ischemia miocardica tra questi primi è del 17% più alta nei confronti di questi ultimi, dice lo studio.
Mario Draghi interviene in parlamento - Sputnik Italia, 1920, 07.05.2021
Draghi, in Italia ed Europa ci sono i lavoratori garantiti e i non garantiti: Il sistema è ingiusto
L'OMS e l'OIL esortano ad adottare le misure per garantire la sicurezza sui posti di lavoro.
Stando ad un rapporto dell'Inail nel primo trimestre 2021 in Italia i morti sul lavoro sono stati 185, l'11,4% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Allo stesso tempo, sono diminuiti gli infortuni sul lavoro (da 130.905 del primo trimestre 2020 alle 128.671 dello stesso periodo del 2021).
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала