Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Carfagna: "Le riforme sono indispensabili, nessuno avrà il coraggio di far cadere il governo"

© AFP 2021 / Alberto PizzoliMara Carfagna, Ministra per il Sud e la coesione territoriale
Mara Carfagna, Ministra per il Sud e la coesione territoriale - Sputnik Italia, 1920, 17.05.2021
Seguici su
La ministra per il Sud, Mara Carfagna, difende l’azione del governo, dopo gli scontri nella maggioranza sul tema delle riforme, invitando i partiti a non sventolare bandierine, nemmeno su una legge "necessaria" con il ddl Zan.
Senza riforme il Recovery plan semplicemente non esisterebbe, ha ricordato Carfagna in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, dopo le affermazioni rilasciate nei giorni scorsi dal leader della Lega, Matteo Salvini, secondo cui non sarà questa maggioranza a fare le riforme. 
“L’Europa condiziona l’erogazione dei soldi al rispetto di un cronoprogramma rigoroso e alla realizzazione di riforme. Senza riforme non avremo né finanziamenti europei, né nuove infrastrutture, né ripresa, né posti di lavoro. Questo governo nasce per fare tutto questo”, ha rimarcato la ministra di Forza Italia.
Dal canto suo, Forza Italia ritiene imprescindibili le riforme del fisco e della giustizia e la semplificazione di ogni processo pubblico. Inoltre, ha aggiunto Carfagna, il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) contiene anche una riforma sociale “irrinunciabile”, ossia l’individuazione dei Livelli essenziali di prestazione, i Lep, per cancellare il divario di cittadinanza tra Nord e Sud, tra metropoli e aree interne.

"Nessuno sventoli bandierine"

Tensioni nel governo si registrano anche sulla legge di iniziativa parlamentare come il ddl Zan contro l’omotransfobia.
“Una legge contro l’omofobia e la transfobia ci serve. Io stessa ne fui promotrice da ministro, ma scelsi una strada diversa, meno divisiva e ambigua. Queste leggi non possono essere bandierine per marcare il campo”, ha rimarcato la ministra. 

Legislatura a rischio? "Più fumo che arrosto"

Alla domanda se ci sia il rischio che la legislatura si interrompa per conflitti o voglia di urne, Carfagna si è detta certa che “la conflittualità, al momento, sia più fumo che arrosto”.
“Voglio vedere chi avrà il coraggio di dire agli italiani: scusate, mando a casa Draghi perché penso che io governerei meglio”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала