Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manifestazione a Bologna, "Israele risponda delle proprie azioni" - Video

© Ruptly . ScreenshotManifestazione a Bologna
Manifestazione a Bologna - Sputnik Italia, 1920, 16.05.2021
Seguici su
Il sostegno dei manifestanti italiani al popolo palestinese, colpito da una settimana da duri attacchi da parte delle forze militari israeliane, in una grave escalation di violenze tra Hamas e Israele, con ingenti perdite civili e strutturali dopo attacchi aerei e lanci di missili.
Circa 2.000 manifestanti sono scesi in piazza nel pomeriggio di ieri nel centro di Bologna a sostegno del popolo palestinese nel mezzo del loro violento conflitto con Israele, in particolare contro l'offensiva dell'esercito israeliano nella striscia di Gaza.
La manifestazione è iniziata in Piazza dell'Unità, ha attraversato i viali incrocio Matteotti, Indipendenza, via dei Mille, via Marconi, per finire poi in Piazza Maggiore, come ha riportato il giornale Bologna Today.
"La comunità internazionale continua a ignorare quella che è ormai una realtà lampante: Israele sta commettendo crimini contro l’umanità di apartheid e persecuzione nei confronti dei palestinesi", si legge in un comunicato congiunto di sigle, sindacati e collettivi di sinistra.
La condanna è rivolta anche contro la "debole razione alle gravi violazione dei diritti umani e del diritto internazionale", con assenza di efficaci misure di punizione e condanne nei confronti di Israele.
"Di fronte alle complicità di governi, istituzioni e imprese con le politiche di Israele e ai tentativi di marginalizzare la lotta dei palestinesi attraverso gli accordi [...] promossi dagli Stati Uniti, la solidarietà concreta della società civile internazionale con il popolo palestinese è l’unica risposta", conclude il messaggio.
Oggi si è uscito l'appello del ministro degli Esteri Di Maio a entrambe le parti coinvolte a riprendere i negoziati in maniera pacifica, auspicando un pronto intervento dell'Unione Europea e rivendicando il ruolo proattivo dell'Italia per cercare di placare la tragica situazione nel Medio Oriente.

La situazione

Il conflitto israelo-palestinese si è aggravato il 10 maggio scorso dopo aver superato l'ultimatum del movimento radicale di Hamas che ha chiesto a Israele di ritirare militari e polizia dalla Spianata delle moschee e dal quartiere dello sceicco Jarraj, scene di violente proteste per la celebrazione del Giorno di Gerusalemme (festa con cui gli israeliani commemorano la riunificazione della città sotto il loro controllo durante la guerra del 1967) e i piani di sfratto per le famiglie palestinesi residenti dei territori rivendicati dagli ebrei.
Dopo la scadenza dell'ultimatum, Hamas e un'altra fazione radicale, la Jihad Islamica, hanno iniziato a lanciare razzi in Israele. Gran parte dei quasi 2.900 missili sparati fino al 16 maggio sono stati intercettati dal sistema antiaereo Iron Dome, e circa 450 sono atterrati nella Striscia di Gaza, senza attraversare il confine; tuttavia, alcuni hanno colpito il territorio israeliano, uccidendo 10 persone.
bombardamenti di rappresaglia da parte dell'aviazione e dell'artiglieria israeliana, secondo il ministero della Salute palestinese, finora hanno causato almeno 188 morti, tra cui 55 bambini, e oltre 1.200 feriti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала