Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Estate a rischio per la variante indiana? Boom di casi nel Regno Unito

© AP Photo / Sang TanAirplanes are seen London's Gatwick airport
Airplanes are seen London's Gatwick airport - Sputnik Italia, 1920, 15.05.2021
Seguici su
Il premier britannico Boris Johnson ha avvertito che se la situazione dovesse sfuggire di mano il governo potrebbe dover fare "scelte difficili". I casi legati alla mutazione B.1.617.2 del virus nel Paese sono quasi triplicati in una settimana.
La variante indiana del Covid potrebbe mettere a repentaglio l’allentamento delle restrizioni previsto nel Regno Unito per il prossimo 21 giugno. I casi legati alla mutazione B.1.617.2 del virus sono quasi triplicati in una settimana, passando da 520 a 1.313 contagiati.
I focolai legati alla variante, secondo quanto si legge sul Messaggero, sono scoppiati in alcune zone di Londra, a Bolton, Formby, Blackburn e Derby. Il premier britannico Boris Johnson ha spiegato che si tratta di una mutazione “più trasmissibile”.
Sarà essenziale capire quanto. Se, ha detto infatti il premier, la B.1.617.2 dovesse mostrare un livello di contagiosità “significativo” rispetto alle altre, il Regno Unito potrebbe dover compiere “scelte difficili”.

L'ipotesi dello slittamento delle riaperture nel Regno Unito 

La prima sarebbe quella di rimandare le riaperture, previste a partire dal 21 giugno, di pub, locali notturni ed eventi. Un passo indietro nell’allentamento delle misure, riferisce ancora Il Messaggero, è già stato deciso in Galles.
Per scongiurare quest’ipotesi il governo ha deciso di dare un’ulteriore spinta alla campagna vaccinale, soprattutto nelle zone più colpite dalla diffusione della nuova mutazione.
Secondo il Public Health England, infatti, non ci sono evidenze, finora, sul fatto che la variante indiana sfugga ai vaccini in commercio. Per questo, verranno accelerati, anticipandoli, i richiami, per completare l’immunizzazione dei soggetti a rischio, e allargata la somministrazione dei vaccini agli over 40. Allo studio anche la eventuale vaccinazione “delle famiglie e degli over 18”.  

L'incognita sui viaggi

Se le previsioni più fosche, come si legge sul Guardian, fossero confermate, ovvero se veramente la variante indiana fosse molto più contagiosa di quella inglese, potrebbe portare, con le riaperture, ad una “terza ondata con più ospedalizzazioni e morti”.
I timori legati alla maggiore trasmissibilità della variante indiana hanno spinto anche l’European Center for Disease Control ad invitare i governi alla cautela sulle riaperture, soprattutto riguardo spostamenti e “viaggi”.
Secondo Europa Today, che cita proprio il documento dell’Ecdc di Stoccolma, la presenza di almeno due sottovarianti della mutazione indiana nell’Ue sarebbe in aumento.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала