Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Estate 2021, dal 15 maggio riaprono gli stabilimenti balneari: le nuove regole

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaBagnanti a distanza in una spiaggia vicino ad Atene la scorsa estate
Bagnanti a distanza in una spiaggia vicino ad Atene la scorsa estate - Sputnik Italia, 1920, 15.05.2021
Seguici su
Da oggi riapre ufficialmente la maggior parte degli stabilimenti balneari dello Stivale, anche se lasciata alle Regioni l'autonomia decisionale. In linea con i metodi preventivi contro il coronavirus, indicate anche le nuove regole comportamentali.
Il Bel Paese si prepara ad accogliere l'estate: da oggi sabato 15 maggio possono ufficialmente aprire gli stabilimenti balneari.
Il Governo ha tuttavia deciso di lasciare piena autonomia alle Regioni sulla decisione e le tempistiche effettive di apertura delle spiagge: la Campania ha iniziato già dal 26 aprile, Lazio e Liguria dal 1o maggio, Sardegna da lunedì 17 maggio, quando passerà in zona gialla, anche se la data ufficiale per è stata fissata proprio per oggi. Il tutto, ovviamente, dovrà essere fatto nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.
Ecco quello che bisogna sapere.

Calendario di riaperture

Nonostante la data ufficiale del 15 maggio, le Regioni si stanno organizzando autonomamente per la riapertura delle proprie spiagge.
Come già citato, tra le prime ad aprire ci sono state Campania (26 aprile) e Liguria (1o maggio), anche se gli stabilimenti già attivi sono circa il 30%. In Toscana e in Lazio ci si muove in ordine sparso.
Sulla riviera romagnola, già partito il 30-40% degli stabilimenti, dal 15 maggio si arriverà alla totalità, mentre in Puglia si comincerà da oggi. La Sardegna aspetta invece il 17 maggio, quando passerà dalla zona arancione a gialla.

Nuove regole sotto l'ombrellone

Le normative da seguire quest'estate non saranno troppo differenti da quelle dell'anno scorso:
  • previsto il distanziamento tra gli ombrelloni di almeno 10 mq per ognuno;
  • distanza di almeno un metro tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone;
  • regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, come spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, etc. e delle attrezzature di spiaggia.
Per le spiagge libere, invece, andrà garantita una distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone, gli ombrelloni dovranno essere distanziati come negli stabilimenti, e dovranno essere effettuati interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti.
Si continua anche con un fermo NO allo sport di gruppo in spiaggia, ma SI ai racchettoni.
All'ingresso negli stabilimenti, sempre previa prenotazione e registrazione, verrà misurata la temperatura, e i gestori dovranno provvedere a monitorare la situazione per impedire assembramenti e garantire la pulizia delle superfici e delle attrezzature.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала