Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Usa e Repubblica Ceca nell'elenco dei Paesi che commettono azioni ostili contro la Russia

© AFP 2021 / YURI KADOBNOVA man walks in front of a tower of the Kremlin and the Russian Foreign Ministry building in central Moscow on September 10, 2020.
A man walks in front of a tower of the Kremlin and the Russian Foreign Ministry building in central Moscow on September 10, 2020. - Sputnik Italia, 1920, 14.05.2021
Seguici su
Il governo russo ha approvato l'elenco dei Paesi stranieri ostili ed ha incluso gli Stati Uniti e la Repubblica Ceca, si afferma in un documento pubblicato oggi sul portale delle informazioni legali dello Stato russo.
"Da approvare l'allegato elenco di Stati stranieri che commettono azioni ostili contro la Russia, cittadini russi o entità giuridiche russe, rispetto ai quali vengono applicate le misure di influenza (contromisure), stabilite dal decreto del presidente russo [Vladimir Putin] dell 23 aprile 2021 № 243 "Sull'applicazione di misure di influenza (contromisure) sulle azioni ostili di Stati stranieri", si legge nel documento.
Secondo quanto scritto, la missione diplomatica della Repubblica Ceca in Russia è autorizzata ad assumere solo 19 cittadini del posto (Russia), mentre la missione degli Stati Uniti non è autorizzata a firmare alcun contratto di lavoro con cittadini russi.
Praga ha fatto sapere di vedere nella decisione di Mosca di aggiungere la Repubblica Ceca alla lista dei Paesi ostili come un ulteriore passo verso l'escalation delle relazioni bilaterali e con la Ue.
Mosca ha affermato che la questione dei limiti di personale per l'ambasciata americana è ora chiusa definitivamente e irrevocabilmente e si aspetta che gli Stati Uniti portino il personale delle missioni diplomatiche in linea con i nuovi requisiti entro il 1° agosto.
Le relazioni della Russia con la Repubblica Ceca sono peggiorate lo scorso mese dopo che Praga ha espulso 18 diplomatici russi, accusandoli di spionaggio e di essere coinvolti nelle esplosioni del 2014 a Vrbetice in depositi d'armi, in cui hanno perso la vita due cittadini cechi. Mosca ha rigettato le accuse ed ha reagito espellendo in patria 20 diplomatici cechi.
L'ultima ondata di escalation nei rapporti tra Russia e Stati Uniti è arrivata a margine delle affermazioni di Washington secondo cui il Cremlino era dietro un attacco informatico contro la società SolarWinds, che ha fornito agli hacker l'accesso ai dati di migliaia di aziende e uffici governativi che utilizzavano i suoi prodotti.
La Casa Bianca sostiene anche che la Russia ha interferito nelle elezioni presidenziali del novembre 2020. Il mese scorso Washington ha imposto un pacchetto di sanzioni contro persone fisiche, società e limitato le operazioni agli istituti finanziari con i titoli obbligazionari russi sul mercato primario. La Russia ha ripetutamente negato le accuse degli Stati Uniti e ha risposto espellendo dieci diplomatici americani.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала