Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Navigator, 11.600 posti disponibili ma il problema è qualitativo: riformare i centri per l’impiego

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaUomo in completo da lavoro
Uomo in completo da lavoro - Sputnik Italia, 1920, 14.05.2021
Seguici su
I navigator hanno la possibilità di diventare impiegati a tempo indeterminato dei centri per l'impiego regionali. Ma chiedono una riforma degli stessi per erogare servizi utili ai cittadini.
La figura del navigator è prevista dalla legge di istituzione del Reddito di cittadinanza (Rdc), il loro compito orientare e aiutare i percettori del Rdc a trovare un lavoro oppure seguire un percorso di formazione.
I 2.549 navigator assunti a tempo determinato hanno ottenuto una proroga del contratto di collaborazione fino a fine 2021, tuttavia l’incognita sul loro futuro era alta.
Il concorso regionale che prevede l’assunzione di 11.600 persone da impiegare presso i centri per l’impiego, dovrebbe salvare molti di loro trasformando il contratto a termine in un contratto a tempo indeterminato.
Giovani professionisti - Sputnik Italia, 1920, 10.05.2021
Rapporto OCSE su disoccupazione giovani: al top Italia subito dopo Spagna
Spesso denigrati, i navigator sono una forza giovane dell’Italia con una età media di 35 anni e competenze accademiche essendo tutti in possesso di una laurea e di competenze giuridiche nella gran parte dei casi.
Tra loro vi è anche chi ha in tasca una laurea con 110 e lode e un dottorato di ricerca. Sono quindi figure le cui competenze possono essere utili ad aiutare altri cittadini in cerca di lavoro, a trovare un percorso personalizzato di riqualificazione.

11.600 per i centri per l’impiego

I centri per l’impiego sono enti appartenenti alle Regioni, mentre i navigator hanno un rapporto di lavoro con Anpal. Questa situazione ha creato molti attriti, ma ora l’assunzione di 11.600 impiegati da inserire nei centri potrebbe sanare la situazione.
Prima picconata simbolica al tratto di tangenziale sopraelevata che verrà abbattuto - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Disoccupazione in Italia, persi 945 mila posti di lavoro da inizio pandemia
Il problema che persisterà anche dopo l’assunzione di questo personale, è qualitativo. I centri per l’impiego hanno una struttura burocratica, in cui l’impiegato è preposto principalmente al disbrigo di pratiche e molto meno all’orientamento di chi si reca presso tali centri.
Serve quindi una riforma dei 550 centri per l’impiego, i quali devono trasformarsi in luoghi che forniscono servizi di base ed erogano prestazioni con tempi e qualità identiche su tutto il territorio italiano, spiega il presidente dell’Associazione dei navigator, Antonio Lenzi, a Il Sole 24 Ore.
I dati dell’attività lavorativa svolta dai navigator mostra che hanno avuto una loro utilità nel prendere in carico le situazioni dei singoli percettori del reddito di cittadinanza, hanno orientato molti di loro riuscendo anche a far riprendere gli studi ai giovani che li avevano interrotti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала