Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Missili Patriot, un miliardo di euro solo per la prima fase: Svezia riceve prima consegna

© AP Photo / Czarek SokolowskiMissili "Pariot" degli USA in Polonia
Missili Pariot degli USA in Polonia - Sputnik Italia, 1920, 14.05.2021
Seguici su
Sono stati consegnati i primi missili per il nuovo sistema di difesa aerea Patriot 103 svedese. Con un prezzo di almeno un miliardo di euro nella sola prima fase, questo acquisto è uno dei più grandi accordi per gli armamenti della Svezia nella storia moderna, se non il più grande.
“Riceveremo ulteriori consegne nel 2021, 2022 e 2023", ha detto all'emittente nazionale SVT, Joakim Lewin, ufficiale responsabile della Swedish Defence Materiel Administration (FMV) che supervisiona i progetti.
Il sistema Patriot - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2020
USA ritirano i Patriot dall’Arabia Saudita – WSJ
Gli Stati Uniti hanno offerto alla Svezia la possibilità di acquistare un totale di 300 missili antiaerei per un valore massimo di 3,2 miliardi di dollari (2,6 miliardi di euro). L'opzione include anche missili di tipo GEM-3, che hanno una carica più pesante e una portata più lunga. Il costo totale finale sarà determinato dal numero di missili acquistati dalla Svezia. I missili svedesi verranno identificati con la denominazione 103A / B.
"Il fatto che acquistiamo missili è di dominio pubblico, ma il numero che acquistiamo è segreto", ha spiegato Joakim Lewin.
I lanciamissili saranno montati su speciali veicoli e i primi mezzi sono stati consegnati la scorsa settimana, ha detto l'FMV.
La Difesa aerea a medio raggio Patriot 103 è vista come un importante aggiornamento dell'attuale difesa aerea svedese, sviluppata negli anni '60, e si prevede che sarà più appropriata ad affrontare l'attuale quadro di minaccia.
La logica per l'approvvigionamento dei missili Patriot include il recente potenziamento delle unità missilistiche della Russia nella sua enclave del Mar Baltico di Kaliningrad, che include missili Iskander e Kalibr, che possono essere equipaggiati con testate sia convenzionali che nucleari.
“L'obiettivo è che entrambi i battaglioni di difesa aerea siano completamente equipaggiati entro il 2025. Acquistiamo anche sensori di difesa aerea da Saab. Li abbiamo ordinati a dicembre", ha detto Joakim Lewin.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала