Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gerusalemme, Erdogan condanna Israele: "Devono essere fermati immediatamente"

© Sputnik . Mikhail KlimentievIl presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia, 1920, 14.05.2021
Seguici su
Il peggioramento del conflitto tra l'esercito israeliano e la Striscia di Gaza sta destando enormi preoccupazioni in tutto il mondo, soprattutto per il continuo scambio di razzi tra le parti, con conseguenti perdite anche civili.
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha rilasciato un comunicato ufficiale nel quale critica le azioni di Israele nei confronti della Striscia di Gaza e della popolazione palestinese sul territorio, a fronte anche dei recenti attacchi contro fedeli musulmani presso la moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme e lo scambio di razzi tra le parti.
Nel comunicato, riportato anche sull'account di Twitter del presidente, si legge: "Le azioni di Israele, che sono contrarie alle decisioni delle organizzazioni comuni dell'umanità, ai diritti umani fondamentali, al diritto internazionale e a tutti i valori umani, devono essere fermate immediatamente".
Erdogan si è appellato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite affinché intervenga per porre fine al conflitto, poiché se non lo farà, sarà un'indicazione che "accetta incondizionatamente questa situazione distorta".
"Non va dimenticato che Al-Quds [nome arabo di Gerusalemme, NDR] è il mondo intero e i suoi musulmani sono l'intera umanità", ha concluso Erdogan.
​Il 10 maggio gli scontri armati al confine tra Israele e la Striscia di Gaza sono peggiorati dopo l'ultimatum di Hamas, che richiede al governo israeliano di ritirare i suoi militari e la polizia dalla Spianata delle Moschee e dal conteso quartiere di Gerusalemme Sheik Jarra. Secondo Israele, i gruppi palestinesi da quel giorno hanno lanciato circa 1600 razzi.
Il 13 maggio l'esercito israeliano ha annunciato di aver distrutto un quarto edificio in cui operava Hamas. Aerei da guerra israeliani hanno attaccato un complesso militare dotato di tre lanciamissili anticarro appartenenti al movimento islamista, bombardandolo e uccidendo almeno quattro squadroni di agenti missilistici anticarro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала