Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA, oltre 120 militari pensionati dubitano salute fisica e mentale di Biden

© REUTERS / CARLOS BARRIAJoe Biden e Kamala Harris
Joe Biden e Kamala Harris - Sputnik Italia, 1920, 13.05.2021
Seguici su
"Le sue condizioni mentali e fisiche non possono essere ignorate", sono le dure parole di oltre 120 generali e ammiragli in pensione in una lettera aperta che interroga la salute mentale di Biden e sostiene le dichiarazioni di frode elettorale.
Un gruppo di oltre 120 ufficiali militari in pensione ha scritto al presidente Joe Biden sostenendo che la sua elezione è avvenuta in modo illegittimo, e mettendo in questione la sua salute mentale, come si legge nel Daily Mail.
La lettera si riaggancia alle affermazioni dell'ex presidente Donald Trump di frode elettorali (mai confermate in tribunale) un giorno dopo che la rappresentante Liz Cheney ha nuovamente criticato Trump per le sue accuse.
Il gruppo firmatario della lettera, chiamato "Flag Officers 4 America", è composto da ufficiali militari in pensione tra cui generali e ammiragli.
La lettera in questione, come riportato da Politico, sostiene le precedenti accuse contro Biden di brogli elettorali.
"L'integrità delle elezioni richiede di garantire che vi sia un voto legale espresso e conteggiato per cittadino. I voti legali sono identificati dai controlli approvati dal legislatore statale utilizzando ID governativi, firme verificate, ecc.", si legge nella lettera. "Usare termini razziali per sopprimere la prova dell'idoneità è di per sé una tattica intimidatoria tirannica".

I dubbi sulle facoltà mentali

I firmatari della lettera hanno inoltre sollevato dubbi sulle facoltà mentali di Biden, che assieme alle sue condizioni di salute "non possono essere ignorate", in quanto il presidente eletto deve essere in grado di "prendere rapidamente decisioni accurate in materia di sicurezza nazionale che coinvolgano la vita e gli arti ovunque, giorno o notte", in chiaro riferimento alla mossa della rappresentante Nancy Pelosi di ottenere rassicurazioni sui codici nucleari nei giorni successivi alla rivolta del 6 gennaio in Campidoglio. 
Trump discorso fine anno - Sputnik Italia, 1920, 05.01.2021
Trump promette di continuare a lottare per la vittoria nelle elezioni
Il maggior generale Joe Arbuckle, che prestò servizio in Vietnam e in seguito guidò il Comando delle operazioni industriali dell'esercito degli Stati Uniti (CIO) in Illinois, ha riferito a Politico: "I generali e gli ammiragli in pensione normalmente non si impegnano in azioni politiche, ma la situazione che la nostra nazione deve affrontare oggi è terribile. [...] Siamo di fronte a minacce più grandi che in qualsiasi altro momento da quando è stato fondato il nostro Paese. Tacere sarebbe un abbandono del dovere".
La lettera, tuttavia, ha scatenato numerose proteste e disaccordi. Jim Golby, un esperto di relazioni civili-militari ,ne ha definito il contenuto come "uno sforzo vergognoso per usare il rango e la reputazione dell'esercito per un attacco partigiano così grossolano e palese". Il colonnello pensionato dell'aeronautica Marybeth Ulrich lo ha definito "antidemocratico".
Anche il colonnello dell'Esercito Jeffrey McCausland ha criticato la lettera a Biden: "Questo è davvero, a mio avviso, un classico pessimo esempio dell'erosione delle relazioni civili-militari in America, che è il fondamento della nostra democrazia", ha detto a HuffPost.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала