Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele, Netanyahu: "La fine del conflitto con Gaza non è vicina"

© Sputnik . Aleksei Nikolsky / Vai alla galleria fotograficaIl primo ministro di Israele Benjamin Netanyahu a Gerusalemme al Forum sull'Olocausto, 23 gennaio 2020
Il primo ministro di Israele Benjamin Netanyahu a Gerusalemme al Forum sull'Olocausto, 23 gennaio 2020 - Sputnik Italia, 1920, 13.05.2021
Seguici su
Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che la lotta contro il movimento di Hamas "richiederà tempo", sottolineando che la campagna di attacchi aerei di Israele contro Gaza non sta volgendo al termine.
"Ci vorrà tempo, ma con grande determinazione, sia in difesa sia in attacco, raggiungeremo il nostro obiettivo di riportare la pace nello Stato di Israele", ha detto Netanyahu in visita a una batteria del sistema di difesa Iron Dome.
Inoltre il ​​portavoce dell'esercito israeliano Jonathan Conricus ha detto ai giornalisti che le sue truppe si sono mosse lungo una recinzione che separa la Striscia di Gaza e Israele in un momento in cui si stanno preparando per "operazioni di terra".
"Il Capo di Stato Maggiore Generale sta ispezionando questi preparativi e sta dirigendo le operazioni", ha aggiunto.
Il 10 maggio gli scontri armati al confine tra Israele e la Striscia di Gaza sono peggiorati dopo l'ultimatum di Hamas, che richiede al governo israeliano di ritirare i suoi militari e la polizia dalla Spianata delle Moschee e dal conteso quartiere di Gerusalemme Sheik Jarra. Secondo Israele, i gruppi palestinesi da quel giorno hanno lanciato circa 1600 razzi.
Il 13 maggio l'esercito israeliano ha annunciato di aver distrutto un quarto edificio in cui operava Hamas. Aerei da guerra israeliani hanno attaccato un complesso militare dotato di tre lanciamissili anticarro appartenenti al movimento islamista, bombardandolo e uccidendo almeno quattro squadroni di agenti missilistici anticarro.
Di notte gli attacchi israeliani hanno preso di mira le infrastrutture militari presso la residenza di Iyad Tayeb, comandante di un battaglione di Hamas.
I razzi lanciati da Gaza miravano principalmente al sud di Israele, verso cui i militanti hanno lanciato dozzine di razzi, così come verso Tel Aviv e altri luoghi nel centro del Paese. Questo è quanto hanno denunciato le autorità israeliane.
Secondo i servizi sanitari di emergenza due persone sono state leggermente ferite da schegge, tra cui un bambino di 7 anni che correva in cerca di rifugio in una comunità del sud. Israele e Hamas combattono da quattro giorni. Secondo i dati ufficiali delle due parti in causa almeno 103 palestinesi e sette israeliani sono morti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала