Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Guerra civile", Benjamin Netanyahu dichiara lo stato di emergenza nella città di Lod

© AP Photo / Abir SultanIl primo ministro dell’Israele Benjamin Netanyahu
Il primo ministro dell’Israele Benjamin Netanyahu  - Sputnik Italia, 1920, 12.05.2021
Seguici su
La situazione è diventata davvero esplosiva nella città di Lod, dove si sono registrate vittime tra la popolazione civile in seguito agli scontri in strada.
Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato lo stato di emergenza a Lod, una città mista arabo-israeliana nella quale nelle scorse ore si è iniziato ad assistere a disordini diffusi e violenti.
Il sindaco della città ha definito la situazione attualmente in atto nel centro abitato alla stregua di una "guerra civile":
"Tutto Israele dovrebbe sapere, si è completamente perso il controllo. Questo è impensabile. Le sinagoghe stanno per essere bruciate. Centinaia di auto sono state date alle fiamme. Centinaia di teppisti arabi vagano per le strade. Una guerra civile è scoppiata a Lod [...] Ogni minuto, un'auto o una sinagoga o una scuola stanno andando in fiamme. Il nostro nuovo municipio è stato fatto irruzione e dato alle fiamme. Non capisci cosa sta succedendo qui. Questo è peggio dei missili da Gaza", ha spiegato il primo cittadino
L'ufficio del primo ministro ha annunciato la decisione dopo una riunione speciale dei massimi funzionari della sicurezza e legali della nazione. Amir Ohana, il ministro della Polizia, ha confermato che userà la sua autorità per eseguire gli ordini.
"Durante la discussione, il primo ministro Netanyahu ha concordato con la dichiarazione di uno stato di emergenza speciale a Lod, e il ministro della Pubblica Sicurezza [Amir] Ohana ha annunciato che inizierà immediatamente a esercitare i suoi poteri in materia", si legge in un comunicato dell'ufficio stampa del premier.
Secondo la dichiarazione, Netanyahu ha invitato le forze dell'ordine a garantire il ripristino dell'ordine pubblico e ha disposto di rafforzare la presenza militare il prima possibile.
Sistemi di difesa Iron Dome intercettano missili su Tel Aviv - Sputnik Italia, 1920, 12.05.2021
Israele, sbarramento missilistico di Hamas su diverse città israeliane - Video
Accanto a Netanyahu all'incontro erano presenti, oltre a Ohana, il ministro della Difesa Benny Gantz, il commissario di Polizia Kobi Shabtai, il consigliere per la sicurezza nazionale Meir Ben-Shabbat e il procuratore generale Avichai Mandelblit.
In precedenza, Netanyahu e Gantz avevano ordinato che i battaglioni della polizia di frontiera della regione della Giudea e della Samaria fossero "immediatamente" trasferiti nell'area.
I media locali e testimoni oculari hanno riferito che la polizia del paese ha condotto un'evacuazione di emergenza dei residenti ebrei della città a causa dei violenti disordini e scontri tra arabi e israeliani.
Secondo i video condivisi sui social media, in diversi punti della città sono state registrate delle sparatorie in città e sono stati appiccati dei roghi.
Secondo i media locali, un totale di 12 persone sono rimaste ferite durante gli scontri di martedì per le strade della città e le condizioni di due di loro sono critiche. Secondo quanto affermato dalla polizia, le forze dispiegate nella città hanno ucciso 13 manifestanti arabi.

Le tensioni in Israele

I disordini sono ripresi in Israele martedì nella zona di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est, dove diverse famiglie arabe hanno ricevuto ordini di sfratto dalle autorità israeliane, che hanno usato mezzi speciali per disperdere la folla.
Il primo ministro di Israele Benjamin Netanyahu  - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Netanyahu: Hamas e Jihad Islamica pagheranno alto prezzo e dagli USA appello a de-escalation
Sul Monte del Tempio, le forze di sicurezza israeliane hanno utilizzato attivamente proiettili di gomma contro i palestinesi che sono venuti alla moschea di Al-Aqsa per pregare. In tutto il paese sono scoppiati disordini nelle città con significative comunità arabe, con i peggiori disordini in atto a Lod.
Lunedì sera, il confine di Gaza ha visto la più grande escalation degli ultimi anni.  i militanti nella Striscia di Gaza hanno lanciato oltre 600 razzi contro Israele, di cui 200 sono stati intercettati dal sistema di difesa missilistico israeliano Iron Dome. Israele ha anche effettuato numerosi attacchi contro la Striscia di Gaza per rappresaglia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала