Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Norvegia: Sommergibili nucleari statunitensi accolti con proteste per rischio ambientale e militare

© US Navy photoSottomarino Usa SSN 774 USS Virginia
Sottomarino Usa SSN 774 USS Virginia - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Seguici su
Il primo scalo di un sottomarino statunitense alimentato da un reattore nucleare nel porto di Tønsvik a Tromsø, in Norvegia, è stato accolto con proteste dalla gente del posto. Secondo l'opposizione politica, e buona parte del sentimento popolare, la presenza di tali mezzi sono un pericolo ecologico e al tempo stesso potenziali bersagli militari.
L'USS New Mexico, lungo 115 metri, un sottomarino nucleare di classe Virginia, ha attraccato a un molo civile non lontano dal centro di Tromsø, lunedì 10 maggio a mezzogiorno, per rifornimenti.
Intorno al porto è stata introdotta una zona di sicurezza di 500 metri e le forze armate hanno approntato una rigorosa linea di sicurezza sia a terra, in mare che aerea, introducendo persino il divieto di sorvolo nell'area.
Una folla con striscioni è tuttavia apparsa per protestare contro i vasti piani di emergenza annunciati dalle autorità e, soprattutto, per il fatto che l'arrivo di navi a propulsione nucleare renderà la più grande città della Norvegia settentrionale, un obiettivo militare trascinando l’intera nazione al centro della lotta tra superpotenze.
"Temo che Tromsø diventerà un bersaglio in caso di guerra. Non sappiamo nemmeno se questi sottomarini sono armati con testate nucleari", ha detto all'emittente nazionale NRK Ingrid Schanke, leader dell'organizzazione Norvegia per la pace.
In precedenza era stato rivelato dai media che il comune di Tromsø non avrebbe l'esperienza né le attrezzature per affrontare un’emergenza in caso di incidente con fughe radioattive.
La portavoce del quartier generale operativo delle forze armate, Elisabeth Eikeland, ha affermato di comprendere gli scettiscismi, ma ha espresso fiducia che l'operazione andrà come previsto.
© Sputnik . Eduard PesovTromso, Norvegia
Tromso, Norvegia - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Tromso, Norvegia

In teoria ci sarebbe la Dottrina Bratelli

La Eikeland ha anche fatto riferimento alla Dottrina Bratelli del 1975 la cui precondizione è che gli alleati - inclusi gli Stati Uniti - non portino armi nucleari in Norvegia.
Tuttavia, lei stessa, alla specifica domanda dei giornalisti se potesse garantire che non vi fossero armi nucleari a bordo del vascello, ha risposto con un giro di parole:
“Secondo la dottrina Bratteli del 1975, la Norvegia ha posto come precondizione che i nostri alleati non portino armi nucleari in Norvegia. Ci occupiamo di questo da oltre 40 anni. Gli Stati Uniti sono i nostri più stretti alleati, abbiamo una stretta e buona cooperazione e ci basiamo sulla fiducia che esiste tra i paesi. Partiamo dal presupposto che i nostri più stretti alleati rispettino la dottrina”.

​Quali i rischi potenziali

All'inizio di questa primavera, un'analisi di 80 pagine delle forze armate aveva giudicato un incidente nucleare uno scenario improbabile. Tuttavia, se dovesse accadere, le conseguenze sarebbero state descritte come molto serie con "morte, danni alla salute nel tempo e contaminazione radioattiva dell'ambiente".
Il ministro della Difesa Frank Bakke-Jensen ha sottolineato che il governo non avrebbe mai scelto il porto di Tromsø se avesse avuto anche solo il minimo dubbio sulla sicurezza.
L'opposizione, tuttavia, ha sostenuto che questo non è sufficiente e che trascina ulteriormente la Norvegia, un alleato chiave degli Stati Uniti, nella lotta tra le superpotenze.
"Il ministro della Difesa sottovaluta e minimizza le conseguenze di un incidente che possa coinvolgere questi sottomarini nucleari. Ciò aumenta il rischio che Tromsø possa diventare un obiettivo militare in un conflitto tra Russia e Stati Uniti", ha detto il leader dei Rødt (Partito Rosso, di estrazione marxista).
Con 76.000 abitanti, Tromsø è la più grande area urbana della Norvegia settentrionale e la terza più grande a nord del Circolo Polare Artico, dietro solo a Norilsk e Murmansk, entrambe in Russia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала