Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Muore in carcere a 79 anni il ‘Mostro delle Ardenne’, il più terrificante serial killer di Francia

© AFP 2021 / Francois Nascimbeni Michel Fourniret, il serial killer
Michel Fourniret, il serial killer - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Seguici su
Michel Fourniret è morto in un ospedale di sicurezza di Parigi dopo aver accusato difficoltà respiratorie, hanno confermato le autorità francesi. Ha confessato di aver ucciso 11 giovani donne tra il 1987 e il 2003, molte con la complicità della moglie Monique Olivier.
Fourniret è deceduto lunedì presso l'unità ospedaliera interregionale di massima sicurezza Pitie-Salpetriere (UHSI) a Parigi, dove era stato ricoverato il 28 aprile per difficoltà respiratorie, ha detto ai giornalisti il procuratore Remy Heitz. Aveva anche di problemi cardiaci e il morbo di Alzheimer, secondo il quotidiano Le Parisien.
Per un periodo di 15 anni, Fourniret ha rapito, stuprato, strangolato, pugnalato o sparato ad almeno 11 donne e bambine nel nord della Francia e in Belgio, aiutato dalla complicità della moglie Monique Olivier. Per sua stessa ammissione dava “la caccia” a vergini da stuprare e uccidere.
​Fu condannato per la prima volta per violenza sessuale nel 1977 ma con sospensione della pena.
Nel 1984, venne effettivamente incarcerato e iniziò una corrispondenza con la Olivier mentre era dietro le sbarre. Si sposarono nel 1989.
Fu la stessa Olivier che alla fine confessò la follia omicida alle autorità, dopo che una ragazza di 13 anni che avevano tentato di rapire era riuscita a fuggire nel 2003. I due vennero arrestati in Belgio ed estradati in Francia per il processo del 2008.
La loro prima vittima fu la diciassettenne Isabelle Laville, che venne drogata, violentata e strangolata nel dicembre del 1987.
Il suo corpo venne gettato in un pozzo e venne recuperato solo nel 2006. L'ultima vittima conosciuta è stata la bambina di nove anni Estelle Mouzin, scomparsa nel gennaio 2003.
La Olivier confermò nell'agosto 2020 che la giovane era stata rapita, violentata e uccisa, ma il suo corpo non è mai stato trovato.
​I resti di due delle vittime sono stati trovati nei giardini di Chateau du Sautou, una tenuta che Fourniret e Olivier comprarono a Donchery. Il denaro proveniva da un tesoro in oro che i due avevano recuperato nel 1988, dopo che una banda di rapinatori di banche aveva seppellito la refurtiva in un cimitero.
Uno dei rapinatori aveva condiviso la cella di prigione con Fourniret nel 1987 e lo aveva messo in contatto con la moglie, Farida Hammiche. Questa, dopo aver rivelato la posizione del bottino e pagato a Fourniret e la Olivier 500.000 franchi per aiutarla a dissotterrare il tesoro, venne strangolata.
Fourniret è stato condannato per sette omicidi all'ergastolo senza condizionale, più ad un secondo ergastolo nel 2018. La Olivier è stata condannato all'ergastolo, con possibilità di libertà condizionale dopo 28 anni.
Oltre a Laville, Mouzin e Hammiche, le vittime note di Fourniret e Olivier furono identificate come Fabienne Leroy, Jeanne-Marie Desramault, Elisabeth Brichet, Natacha Danais, Celine Saison, Mananya Thumphong, Marie-Angele Domece e Joanna Parrish.
​Sebbene altri serial killer francesi dal secondo dopoguerra ad oggi abbiano commesso un numero di omicidi anche maggiore, come Thierry Paulin, il ‘Mostro di Montmartre’, o  Yvan Keller il ‘Killer del Cuscino’ (uccise sicuramente almeno 23 persone e ne rivendicò circa 150) il caso di Fourniret, soprannominato ‘l’orco’ o ‘il mostro’ delle Ardenne, fu ancora più terrificante e disgustoso per i francesi data la giovane età delle vittime prese a bersaglio e la complicità della moglie.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала