Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele bombardato per 10 ore: dura la risposta di Tel Aviv

© AP Photo / Ariel SchalitAn Israeli woman takes cover as siren alarming sounds warning of rocket attacks by Palestinians militants from Gaza Strip in Ashkelon, southern Israel, Monday, July 14, 2014.
An Israeli woman takes cover as siren alarming sounds warning of rocket attacks by Palestinians militants from Gaza Strip in Ashkelon, southern Israel, Monday, July 14, 2014. - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Seguici su
Resta alta la tensione in Israele, al termine di quattro giorni di duri scontri a Gerusalemme Est.
Per oltre dieci ore sono stati lanciati razzi dalla Striscia di Gaza in direzione del territorio di Israele, facendo scattare sirene a Gerusalemme, Beit Shemesh, Ashkelon, Sderot e in gran parte del Sud del paese.
Lo hanno reso noto le forze di difesa israeliane, mentre la nazione commemorava il giorno di Gerusalemme, un giorno festivo che segna il la riunificazione della città e l'istituzione del controllo israeliano sulla Città Vecchia al termine della Guerra dei Sei Giorni del 1967.
Il gruppo militante di Hamas a Gaza ha rivendicato la responsabilità del lancio di razzi.
"Le Brigate Al-Qassam hanno lanciato un attacco missilistico contro il nemico nella Gerusalemme occupata in risposta ai crimini e all'aggressione contro la città santa, così come alla persecuzione del nostro popolo a Sheikh Jarrah e alla Moschea di Al-Aqsa", ha detto il portavoce del gruppo Abu Obeida.
A causa degli attacchi missilistici sarebbero almeno 6 i civili israeliani rimasti feriti ad Ashkelon con diversi altri a Sderot e in altri insediamenti, mentre sono più di 20 le vittime palestinesi, colpite dagli stessi razzi lanciati da Hamas caduti sulla Striscia di Gaza.

La reazione di Tel Aviv

In risposta agli attacchi indiscriminati di Hamas, le forze armate israeliane hanno dato il via ad una serie di operazioni contro le strutture di Hamas a Gaza, usando bombe intelligenti.
Stando a quanto riportato, sono oltre 130 i bersagli colpiti dall'IDF, con almeno 15 miliziani che sarebbero rimasti uccisi.

​La violenza a Gerusalemme Est

All'inizio della giornata, la polizia e i manifestanti palestinesi si erano nuovamente scontrati davanti alla moschea di Al-Aqsa. La folla inferocita ha lanciato pietre contro le forze dell'ordine, costringendole a ricorrere a gas lacrimogeni, proiettili di gomma e granate stordenti.
Lo scontro ha costituito l'ennesimo momento di tensione a Gerusalemme Est, dopo che un tribunale israeliano si è pronunciato a favore dei coloni ebrei che rivendicano la terra nel quartiere di Sheikh Jarrah, provocando lo sfratto di diverse famiglie palestinesi.
Secondo i dati finora disponibili, sono almeno 500 i civili palestinesi rimasti feriti negli scontri che hanno avuto luogo nella città santa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала