Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cyberoffese al presidente Mattarella, blitz in 8 città e 11 indagati

© Foto : QuirinaleIl Presidente Sergio Mattarella all'Ospedale Spallanzani, in occasione della somministrazione del vaccino anti Covid-19
Il Presidente Sergio Mattarella all'Ospedale Spallanzani, in occasione della somministrazione del vaccino anti Covid-19 - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Seguici su
Le perquisizioni dei Ros in tutta Italia. Tra le persone coinvolte anche un docente universitario vicino ad ambienti suprematisti e antisemiti.
Offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica e istigazione a delinquere. Sono questi i reati contestati a 11 indagati, tra cui un docente universitario, nell’ambito degli approfondimenti disposti dalla Procura di Roma per le offese sui social network al capo dello stato Sergio Mattarella.
Bandiera dell'Unione Europea - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Giornata dell’Europa. Mattarella e capi di Stato: Occasione unica per plasmare nostro comune futuro

Chi sono gli indagati

Secondo la Procura le 11 persone indagate hanno diffuso sul web e sui social network messaggi e condotte offensive nei confronti del presidente della Repubblica con una strategia elaborata di aggressione alle “più alte istituzioni del Paese”, si legge nella nota.
Tra l’aprile del 2020 e il febbraio del 2021 i Ros hanno registrato e rilevato numerosi post offensivi anche con contenuti multimediali.
Il Reparto Indagini Telematiche, unità del Ros specializzata nelle investigazioni telematiche e web, ha ricostruito la “rete relazionale e le abitudini social delle persone coinvolte nelle azioni delittuose”.
Si tratta di individui con età compresa tra i 44 e i 65 anni e sono sia impiegati che professionisti, secondo i Ros.
Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati sistemi e apparati informatici che sono stati utilizzati per le offese a Mattarella.
In tre perquisizioni sono stati stabiliti collegamenti con ambienti di estrema destra, con vocazione sovranista.

Anche un professore universitario

Il presidente Sergio Mattarella alla commemorazione del 77° anniversario del massacro nazista alle Fosse Ardeatine, Roma 24 marzo 2021 - Sputnik Italia, 1920, 09.05.2021
Terrorismo, Mattarella: fare piena luce sugli anni di piombo, ora prendere tutti i latitanti

Secondo quanto è emerso dalle indagini tra coloro che hanno offeso il presidente della Repubblica sul web o hanno partecipato alla strategia denigratoria anche un professore universitario di 53 anni.

L’uomo è risultato in collegamento con gruppi e militanti di ispirazione suprematista e antisemita tramite la piattaforma social russa VKontakte.

Il primo caso ad agosto 2020

Le indagini sui casi di offesa vanno avanti da mesi e un primo provvedimento di perquisizione era stato emesso ad agosto dello scorso anno.
In quel caso un 46enne della provincia di Lecce, molto attivo su Twitter, era stato l’obiettivo delle operazioni.
Numerosi i post e i contenuti multimediali rilevati, relativi sia a fatti inerenti all'esercizio delle funzioni del Presidente della Repubblica, più volte offeso, sia a fatti che riguardano la sua individualità privata.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала