Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Razzo cinese incontrollato, la NASA attacca Pechino: "irresponsabili"

© AP Photo / Cai Yang / XinhuaIl lancio del razzo cinese Lunga Marcia 5, luglio 23 del 2020
Il lancio del razzo cinese Lunga Marcia 5, luglio 23 del 2020 - Sputnik Italia, 1920, 09.05.2021
Seguici su
Il capo dell'agenzia spaziale statunitense NASA Bill Nelson ha commentato la situazione con la caduta di frammenti del lanciatore spaziale cinese Changzheng 5B (Lunga Marcia 5B) nell'Oceano Indiano.
La dichiarazione del capo della NASA è stata resa nota sul sito dell'agenzia spaziale statunitense: Nelson usa parole dure e sostiene che Pechino non rispetta gli standard per prevenire le criticità create dai detriti spaziali.
"Le nazioni che esplorano lo spazio devono minimizzare i rischi alle persone e alle proprietà sulla Terra di rientri di oggetti spaziali e massimizzare la trasparenza riguardo a tali operazioni. E' chiaro che la Cina non riesce a soddisfare gli standard responsabili riguardo i detriti spaziali", cita il comunicato le parole di Nelson.

Il rientro dei detriti spaziali

Il Programma Spaziale cinese ha riferito in una nota che i frammenti del lanciatore usato da 18 tonnellate del razzo sono entrati nell'atmosfera terrestre e caduti nell'Oceano Indiano. La maggior parte dei frammenti è bruciata.
I resti sono precipitati alle 4.24 (ora italiana) a 72,47 gradi di longitudine est e 2,65 gradi di latitudine nord.
Nella serata di sabato la Protezione civile italiana aveva avvisato che alcuni pezzi sarebbero potuti precipitare nel sud Italia.
Il 29 aprile, il razzo Changzheng-5B ha messo in orbita Tianhe, il primo modulo della stazione spaziale cinese Tiangong.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала