Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte: le mie "cinque stelle" per il futuro dell’Europa

© Filippo AttiliGiuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino
Giuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino - Sputnik Italia, 1920, 09.05.2021
Seguici su
Nel giorno della Festa dell’Europa, che quest’anno segna l’avvio all’europarlamento della Conferenza sul Futuro dell’Europa, il leader in pectore del M5S, Giuseppe Conte, presenta un proprio manifesto articolato su salute, lavoro, economia, multilateralismo e democrazia partecipativa.
Per l’ex presidente del Consiglio la Conferenza sul futuro dell’Europa offre “un’occasione straordinaria” per rendere “più forti e trasparenti le strutture democratiche dell’Unione europea, più efficaci e partecipati i suoi processi decisionali, ancora più ambiziosi i suoi pilastri programmatici”.
"A distanza di quasi 14 anni dalla firma del Trattato di Lisbona, siamo chiamati a compiere un risoluto passo avanti, in direzione di un Umanesimo europeo, che abbia al centro la dignità della persona, e ci restituisca il senso di un progetto comune, che non sia solo uno spazio economico condiviso, ma una ricca e articolata comunità di valori, con chiari e ambiziosi obiettivi comuni”, ha spiegato Conte sul Corriere.

Le cinque stelle europee

L’ex premier ha quindi illustrato la propria proposta articolata su cinque punti, “cinque stelle europee”: salute, lavoro, economia, multilateralismo, democrazia partecipativa:
  • Un’Europa della salute per curare chi soffre e prevenire le minacce future;
  • Un’Europa sociale per rafforzare i diritti e sconfiggere le diseguaglianze;
  • Un’economia eco-sociale al servizio delle persone e dell’ambiente;
  • Un’Europa multilaterale per proteggere le persone e promuovere i diritti fondamentali;
  • Un’Europa partecipata per un futuro trasparente e inclusivo;
"Il futuro di un’Europa unita, democratica e solidale può e deve essere nelle nostre menti e nei nostri cuori. Dobbiamo costruirlo insieme", ha concluso Conte.
Sono passati 71 anni dalla dichiarazione #Schuman, ma il progetto europeo è ancora vivo e in continua evoluzione.
La #pandemia ci ha ricordato la centralità della cooperazione e della solidarietà.
1/2
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала