Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esercito britannico spende 800mln di sterline per oltre 100 carri armati Challenger 3

CC BY-SA 2.0 / Defence Images / Carro armato Challenger 2
Carro armato Challenger 2 - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Seguici su
Secondo il ministero della Difesa britannico, il veicolo sarà il primo carro armato completamente digitalizzato del Regno Unito.
Il ministero della Difesa britannico ha siglato un contratto da 800 milioni di sterline (circa 902 milioni di euro) con la joint venture anglo-tedesca produttrice di veicoli militari Rheinmetall BAE Systems Land per rifornire l'esercito di 148 carri armati potenziati.
I veicoli saranno prodotti nello stabilimento dell'azienda a Telford, nello Shropshire, e si tratterebbe di un aggiornamento dell'esistente carro armato Challenger 2, piuttosto che una produzione ex novo.
Nella sua revisione integrata della difesa, della sicurezza e della politica estera recentemente pubblicata, il Regno Unito ha confermato un taglio del 35% della sua flotta principale di carri armati. L'esercito britannico ha attualmente 227 carri Challenger 2 e, sotto contratto, 148 di queste macchine ormai obsolete saranno aggiornate allo standard Challenger 3.
Il carro armato rosa in Repubblica Ceca  - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2021
Censimento armi in Repubblica Ceca, uomo dichiara un carro armato rosa - foto
Il carro Challenger 3 riutilizzerà il telaio esistente, ma è progettato per essere dotato di una nuova torretta digitalizzata, mirino migliorato, protezione aggiornata, un cannone a canna liscia invece di uno a rigatura, assieme ad altri progressi e modifiche. La digitalizzazione significa anche che il carro armato sarebbe in grado di condividere dati e informazioni sul campo di battaglia con elicotteri d'attacco e altri veicoli terrestri.
Il segretario alla Difesa Ben Wallace ha detto che la nuova tecnologia "ci consente di fornire immense capacità di combattimento in spazi di battaglia pieni di una serie di minacce nemiche".
Il governo del Regno Unito ha presentato la sua tanto attesa revisione integrata della politica estera e di difesa a marzo, che riesamina le priorità e gli obiettivi del Regno Unito in materia di difesa, sicurezza, sviluppo e politica estera e definisce il posto del paese nel mondo, dopo la sua uscita dall'Unione Europea.
La nuova strategia di difesa ha preso di mira la Russia come la "minaccia diretta più acuta" nell'anno 2020 per Londra, promettendo di dissuadere e difendersi dall'"intero spettro di minacce" che emergono dal Paese, e considera anche il fatto che la Cina sarà il principale attore economico globale nel prossimo decennio come una potenziale minaccia per la sicurezza economica nazionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала