Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Centinaia di bottiglie di 'alcol di Chernobyl' sequestrate in Ucraina

© Sputnik . Igor Kostin / Vai alla galleria fotograficaLa centrale nucleare di Chernobyl dopo il disastro
La centrale nucleare di Chernobyl dopo il disastro - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Seguici su
L'azienda che lo produce è gestita da scienziati che lavorano nella zona di alienazione di Chernobyl e che cercano di determinare se sia possibile realizzare prodotti sicuri per il consumo con i prodotti coltivati nella zona.
Le autorità ucraine hanno sequestrato circa 1500 bottiglie di bevande alcoliche a base di mele coltivate nelle vicinanze della centrale nucleare di Chernobyl, luogo di uno dei peggiori disastri nucleari della storia.
Secondo la BBC, una spedizione diretta nel Regno Unito dell'"alcol artigianale" 'Atomik' è stata sequestrata dagli ufficiali in una distilleria nei Carpazi; i produttori della bevanda, la Chernobyl Spirit Company, ha dichiarato di "non aver idea" del perché si sia verificato.
"Sembra che ci accusino di utilizzare francobolli ucraini contraffatti. Ma questo non ha senso, dal momento che le bottiglie sono per il mercato del Regno Unito e sono chiaramente etichettate con i bolli delle accise lì validi", ha detto il prof. Jim Smith, che ha fondato la Chernobyl Spirit Company con i suoi colleghi ucraini dopo aver passato anni a studiare la zona di esclusione che circonda la struttura. 
Secondo quanto riferito, la società che produce l'alcol in questione è gestita da scienziati che lavorano nella zona di esclusione di Chernobyl, i quali cercano di determinare se i prodotti agricoli coltivati ​​nella zona possano essere utilizzati per realizzare prodotti sicuri per il consumo.
La società - aggiunge la BBC - intende inoltre destinare parte dei suoi profitti alle comunità in Ucraina che ancora soffrono per l'impatto economico del disastro nucleare di Chernobyl.
"Speriamo che questo problema possa essere risolto in modo da poter continuare il nostro lavoro, cercando di aiutare le persone vittime dei devastanti impatti sociali ed economici di Chernobyl sulle comunità", ha affermato il dottor Gennady Laptev, uno dei comproprietari dell'impresa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала