Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Autopsia su Luana D’Orazio, sarebbe stata risucchiata di spalle dall’orditoio

Luana D'Orazio - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Seguici su
Terminata l'autopsia sul corpo di Luana d'Orazio, il macchinario non le avrebbe lasciato scampo. Ora gli accertamenti dovranno chiarire perché non erano presenti le protezioni di sicurezza.
La giovane Luana d’Orazio sarebbe stata risucchiata dall’orditoio mentre dava le spalle al macchinario. Questo quanto emergerebbe dalle prime indiscrezioni sull’autopsia eseguita questa mattina e riportate dal Corriere della Sera.
La ragazza sarebbe morta sul colpo a causa delle gravissime fratture toracico-polmonari causate dal rullo dell’orditoio. Il macchinario tessile l’avrebbe risucchiata e uccisa in pochi secondi, quindi.
Per meglio ricostruire lo scenario, gli inquirenti dovranno ora visionare il video girato dai vigili del fuoco durante le fasi di estrazione del corpo della povera operaia.

Gli accertamenti sui sistemi di sicurezza

Sui macchinari dell’azienda dove lavorava Luana sono iniziate le verifiche tecniche, gli accertamenti si concentrano in particolare sulla saracinesca di protezione dell’orditoio che è rimasta immotivatamente alzata. Ma anche le fotocellule elettriche sono oggetto di verifica perché, a quanto pare, anche l’altro macchinario sequestrato presenterebbe una situazione similare all’orditoio che ha ucciso Luana, e cioè con la saracinesca di protezione alzata o addirittura mancante.
Il consulente tecnico della famiglia D’Orazio non esclude l’ipotesi “di una modifica strutturale” degli orditoi. “Se la saracinesca non fosse stata rimossa o sollevata, Luana sarebbe ancora viva”, ha detto il consulente come riportato dal Corriere della Sera.
Due le persone per ora inserite nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Prato che indaga sull'incidente.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала