Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Attentato a Papa Giovanni Paolo II, 40 anni fa: restano i misteri

© AP Photo / Dave TenenbaumPapa Giovanni Paolo II a San Francisco, nel nord della California, USA
Papa Giovanni Paolo II a San Francisco, nel nord della California, USA - Sputnik Italia, 1920, 08.05.2021
Seguici su
Sono passati 40 anni dal tragico attentato a papa Giovani Paolo II, ma dei suoi mandanti non si è mai trovato traccia. Il mistero resta avvolto tra le nubi della storia.
Il 13 maggio del 1981 in piazza San Pietro papa Giovanni Paolo II, veniva raggiunto da due proiettili di cui uno lo ferì gravemente.
A sparare fu Ali Agca, l’uomo che scontò in carcere la sua pena per il delitto commesso, ma che non ha mai rivelato chi lo ha mandato.
Il mistero sui mandanti resta fino ad oggi non risolto, un enigma affidato alla storia e forse custodito in qualche archivio segreto che un giorno aprendolo dirà tutto alle generazioni future.
San Giovanni Paolo II, papa, perdonò e incontro il suo killer in carcere, mentre affidò alla Madonna di Fatima la pallottola che lo trafisse.
Il 13 maggio è appunto il giorno della ricorrenza della Madonna apparsa ai tre pastorelli, papa Wojtyla si affidò a lei e disse che la sua mano aveva deviato il proiettile salvandolo.

Opera dei lupi grigi?

Ali Agca apparteneva all’organizzazione terroristica dei “Lupi grigi”, di derivazione turca. Fu subito chiaro a tutti che non potevano essere stati loro ad architettare l’omicidio del Papa.
Molte le piste battute, da una vendetta interna al suo Paese, ad altre ipotesi sull’Est Europeo che non lo vedeva di buon occhio. Non sono mai state trovate prove e il mistero resta tale a distanza di 40 anni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала