Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Utili record per ArcelorMittal, ma l'ex Ilva stenta a ripartire

© Foto : TPIIlva di Taranto
Ilva di Taranto - Sputnik Italia, 1920, 07.05.2021
Seguici su
La crescita della domanda di acciaio fa volare gli utili di ArcelorMittal corporate. La sfida della ripartenza dell'ex Ilva.
La corporate di ArcelorMittal nel primo trimestre del 2021 ha fatto segnare un utile netto record di 2,3 miliardi di dollari. Il gruppo franco-indiano non registrava una prestazione di questo tipo da almeno dieci anni.
Il Ceo Aditya Mittal, citato dal Sole 24 Ore, ha parlato di un inizio anno “molto positivo”. Il 2020, ha aggiunto, è stato “altamente impegnativo” e, ha rimarcato, “siamo consapevoli che il Covid continua a essere una sfida per la salute in tutto il mondo”. A sostenere l’impennata di profitti è la ripresa dell’acciaio.
A casa nostra però l’ex Ilva stenta a ripartire nonostante gli utili generati nei primi tre mesi del 2021. A metà aprile con i fondi di Invitalia è nata la società Acciaierie d’Italia, di proprietà per il 50 per cento dello Stato, che dovrà gestire il rilancio dell'impianto.
In attesa che si insedi il consiglio d’amministrazione, previsto per metà maggio, il futuro presidente Franco Bernabè ha chiarito come le acciaierie di Taranto siano un “patrimonio enorme del Paese” e “un asset importantissimo, che va assolutamente sanato salvaguardando salute e ambiente di tutta la zona”.
Intanto è slittato al 14 maggio l’incontro al ministero dello Sviluppo Economico sull’ex Ilva. Il giorno prima, il 13 ci sarà l’udienza del consiglio di Stato che dovrà pronunciarsi sulla decisione del Tar di Lecce che lo scorso febbraio aveva ordinato di spegnere gli impianti dell’area a caldo per i rischi relativi all’ambiente.
Ieri a presentare un esposto in procura sulla sicurezza nell’area dell’ex Ilva, come riferisce Repubblica, è stato il sindacato Usb, che denuncia "gravi irregolarità" nella manutenzione degli impianti che metterebbe a rischio i lavoratori.
Il ministro Giorgetti, però, si è mostrato ottimista anche se, ha ammesso, la situazione è “molto complicata”. Il rilancio dell’Ilva potrà contare, infatti, anche sulle risorse del Pnnr italiano.
L’obiettivo, intanto, per il 2021, è rilanciare la società e arrivare a produrre 5 milioni di tonnellate di acciaio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала