Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Regno Unito, via libera ai viaggi in 12 Paesi "verdi", ma nella lista non c'è l'Italia

© AP Photo / Sang TanAeroporto Gatwick di Londra
Aeroporto Gatwick di Londra - Sputnik Italia, 1920, 07.05.2021
Seguici su
Il nostro Paese escluso dalla "Green List" di Londra assieme a Francia, Spagna, Grecia e Stati Uniti. Via libera invece ai viaggi senza quarantena per Israele, Portogallo, Nuova Zelanda, Australia e Singapore.
Manca all’appello l’Italia nella lista delle 12 destinazioni dove dal prossimo 17 maggio i cittadini del Regno Unito potranno recarsi senza dover fare la quarantena.
A far parte della “Green list”, annunciata dal segretario dei Trasporti britannico, Grant Shapps, ci saranno Portogallo, Israele, Nuova Zelanda, Australia e Singapore, ma restano escluse le destinazioni più popolari tra i turisti inglesi, come Francia, Spagna, Grecia, Stati Uniti e, appunto, l’Italia.
L’elenco dei Paesi “verdi” sarà aggiornato ogni tre settimane, ma è verosimile che per tornare nel nostro Paese senza dover osservare un periodo di isolamento al rientro, i turisti inglesi dovranno aspettare ancora qualche mese.
Spagna, Francia, Italia e Usa, sottolinea l’agenzia Reuters, erano i quattro Paesi più visitati dai turisti britannici prima dell’avvento della pandemia. Ora restano nella lista “nera” di Londra.
La decisione del governo inglese, tuttavia, è stata bollata come “eccessivamente cauta” dalle principali associazioni di piloti e dalle compagnie aeree che obiettano come le riaperture limitate non facciano altro che allungare l’agonia di un’industria che sta combattendo per la sopravvivenza.
International Airlines Group, la holding proprietaria di British Airways e Iberia, ha fatto appello al governo inglese per l’apertura di un corridoio tra Regno Unito e Stati Uniti, visto l’andamento simile della campagna vaccinale. Non è chiaro se la proposta avrà un seguito.
Intanto Shapps definisce quello odierno “il primo passo in un cauto ritorno ai viaggi internazionali” e rivendica come le misure “siano state pensate innanzitutto per proteggere la salute pubblica e assicurare che non vengano buttati via i successi ottenuti quest’anno”.
Dallo scorso gennaio, infatti, per i cittadini britannici è vietato viaggiare all’estero se non per ragioni di necessità.

Le regole per viaggiare all'estero dall'Italia

Nel nostro Paese, il Dpcm del 2 marzo scorso divide i Paesi stranieri in cinque elenchi con diverse disposizioni da osservare al rientro in Italia.
Il sistema stabilito dal decreto dovrebbe rimanere in vigore fino al 15 maggio, mentre resta attivo fino al 30 maggio il blocco dei voli da India, Bangladesh e Sri Lanka introdotto da un'ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала