Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per Protezione Civile rischio caduta in Italia dei frammenti del razzo cinese "Changzheng 5"

© REUTERS / STRA Long March 5B rocket, carrying China's Tianhe space station core module, lifts off from the Wenchang Space Launch Center in southern China's Hainan province on April 29, 2021.
A Long March 5B rocket, carrying China's Tianhe space station core module, lifts off from the Wenchang Space Launch Center in southern China's Hainan province on April 29, 2021.  - Sputnik Italia, 1920, 07.05.2021
Seguici su
Questo scenario non si può ancora escludere al 100%, tuttavia la probabilità di impatti di resti del lanciatore spaziale cinese fuori controllo è "estremamente bassa".
"Non è ancora possibile escludere la possibilità" dell'impatto nel territorio italiano di alcuni frammenti del razzo vettore cinese "Changzheng 5" (Lunga Marcia 5B). A sostenerlo in una nota è la Protezione Civile.
A margine di un tavolo tecnico con i vertici dell’Agenzia spaziale italiana è stato convenuto che l'ipotesi di impatto, seppur estremamente bassa, esiste ancora.
Secondo l'esperta Daria Guidetti, astrofisica e divulgatrice scientifica, "solo il territorio nazionale a sud di Roma potrà essere eventualmente coinvolto dal rientro", si legge in un articolo de Il Fatto Quotidiano.
Proprio ieri i militari statunitensi avevano confermato la previsione, secondo cui l'ultimo stadio del lanciatore spaziale cinese sarebbe caduto nell'Oceano Pacifico meridionale.
Il capo del Pentagono Lloyd Austin ha dichiarato a sua volta che gli Stati Uniti non hanno intenzione di abbattere il razzo vettore cinese fuori controllo, auspicando che cada in una zona disabitata e remota.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала