Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Salvini sulle candidature bocciate di Bertolaso e Albertini è assai risentito e striglia alleati

© Sputnik . Alessandro Rota / Vai alla galleria fotograficaMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Matteo Salvini è visibilmente irritato dalla situazione nel centrodestra, dove non si riescono a trovare i nomi dei candidati sindaci per le prossime amministrative. E meno male che sono state rinviate ad autunno.
Il vecchio che ritorna, ovvero, Guido Bertolaso e Gabriele Albertini, si defilano dalla corsa a sindaco rispettivamente di Roma e di Milano. Il primo ha sempre detto di preferire più il divano di casa che la sedia del Campidoglio, il secondo in una lettera consegnata a Libero quotidiano ha esplicitamente fatto capire che c’è chi non lo vuole nel centrodestra e che lui avrebbe voluto Beppe Sala come vice.
Matteo Salvini è ora molto arrabbiato, per usare una parola diplomatica.
“Sono mesi che cerco di costruire e unire il centrodestra in vista delle amministrative. A Roma e Milano avevamo i candidati giusti: Guido Bertolaso e Gabriele Albertini, ma altri hanno detto ‘no’ per settimane e mesi e loro hanno perso la pazienza”, ha detto Salvini come riportato dal Corriere della Sera.
Adesso Salvini si augura che chi non ha voluto questi due nomi “abbia proposte alternative”.
Ma chi non ha voluto Bertolaso (71 anni) e Albertini (70 anni), come candidati sindaci di due delle grandi città che il prossimo autunno sono chiamate a scegliersi il nuovo sindaco?
Notoriamente Bertolaso e Albertini sono di area centrodestra e “figli” della politica di Silvio Berlusconi degli Anni ‘90 e del primo decennio del nuovo millennio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала