Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Robinson Crusoe italiano: “Spero di tornare a Budelli, ma sono troppo vecchio per essere assunto”

© Sputnik . Evgeny UtkinUna spiaggia
Una spiaggia - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Tra pochi giorni l’82enne Mauro Morandi, il guardiano dell’isola deserta di Budelli, nell'arcipelago sardo della Maddalena, sarà costretto a lasciare il luogo che ha contribuito a salvaguardare per gli ultimi 32 anni e di cui era l'unico abitante.
Per come ci è arrivato e per il lungo periodo che ha trascorso sull'isola, vivendoci quasi completamente in solitudine, è stato spesso descritto come il “Robinson Crusoe italiano”
Molti anni fa Mauro Morandi ha deciso di tornare ad uno stile di vita più lento. Non aveva più voglia di vivere nella città affollata e aveva deciso di cercare un luogo naturale in cui trasferirsi, lontano dal caos e a contatto con la natura. 
Nel 1989 un ex insegnante di educazione fisica di Modena acquista un catamarano con alcuni amici e la compagna, con l'obiettivo di andare in Polinesia. Passa da Budelli, scopre che il custode dell'isola è ormai prossimo alla pensione. Così, senza pensarci troppo, propone ai proprietari di sostituirlo come nuovo guardiano.
Perché il custode di Budelli ha deciso di voltare la pagina e fare le valigie? Che vita farà dopo 30 anni in Paradiso? C'è margine per un rientro? Per parlarne Sputnik Italia ha raggiunto Mauro Morandi.
— Sig. Morandi, perché ha deciso di lasciare l'isola dopo 32 anni? Non ha più voglia di restare a Budelli, nonostante il sostegno della popolazione che ha lanciato una petizione con migliaia di firme? 
— Io sono innamorato di Budelli, questo è il mio posto nel mondo, non vorrei mai andare via da qui. Però il Parco di Maddalena vuole sistemare la casa in cui vivo e fare alcuni lavori per riportarla alle origini perché un fabbricato storico della Seconda guerra mondiale. Questa ristrutturazione può andare avanti per alcuni mesi. Per ora non so ancora di preciso se dopo potrò tornare, l'unica cosa certa è che fra una decina di giorni si impianterà il cantiere e quindi io dovrò lasciare l’isola…
Arcipelago della Maddalena, Sardegna - Sputnik Italia, 1920, 26.04.2021
Isola dei Budelli, il guardiano va via dopo 32 anni: "Non mi vogliono più, vado a La Maddalena"
— Una volta ultimati i lavori di ristrutturazione, sarà disposto a tornare a Budelli come un guardiano?
— Certo, vorrei tornare e fare quello che normalmente ho fatto da una vita - vigilare sul territorio, proteggendo le spiagge dai comportamenti scorretti e accompagnando i turisti a visitare l’isola. Ho sempre cercato di mostrare le bellezze di questa terra, spiegandone caratteristiche ambientali e geologiche. Ho fatto da guida sul posto, ho controllato che vengano rispettati i divieti, e che non scoppiassero incendi sull’isola. Non voglio assolutamente essere assunto e pagato, vorrei svolgere questo lavoro a titolo gratuito, come ho sempre fatto.
— In teoria l’amministrzione del Parco deve essere interessata a mantenere una persona devota come Lei, o mi sbaglio?
— Diciamo che la scusa è che il Parco, essendo un ente statale, non mi può assumere perché sono molto vecchio. Però mi chiedo: come mai i senatori a vita, che hanno ben più anni di me, continuano a lavorare, decidono le nostri sorti e prendendo anche degli stipendi favolosi? Io non voglio essere pagato, non voglio decidere le sorti di nessuno. Voglio solo fare volontariato a Budelli. Comunque, io non perdo la speranza, perciò staremo a vedere cosa accadrà dopo la ristrutturazione...
— In molti si chiederanno come si vive da soli su un'isola?
— Si vive benissimo in contatto e in sintonia con la natura, lontano dall'umanità che distrugge la natura per adoperarla. Invece qua, a Budelli, la natura è incontaminata.
Io non so che cos'è la solitudine, vivo abbastanza con me stesso e cerco di conoscermi ancora di più. Ma quando sei in una società di consumi, non hai giustamente la possibilità di pensare e di godere la vita fino in fondo. Io invece qua penso continuamente, leggo, mi informo e cerco di comportarmi in modo più ambientalista possibile – faccio, per esempio, la raccolta differenziata e poi consegno questi rifiuti a chi viene a fare pulizia delle spiagge.
— Non Le manca il contatto umano?
— Gli esseri umani sono quelli che vogliono distruggere l'ambiente che io cerco di salvaguardarlo! Non voglio parlare con loro, io voglio parlare al massimo con i bambini che sono ancora in grado di capire qualcosa…
— Come ha vissuto la pandemia? Per Lei l’isolamento non è un male, a differenza di molte persone che non lo possono sostenere più?
— Benissimo! Negli ultimi anni io d’inverno sono sempre stato isolato, perché in questo periodo a Budelli non viene nessuno, tranne qualche amico che mi porta ogni tanto, ma molto raramente, la spesa. Io non soffro dalla pandemia perché sono stato sempre in lockdown e quando d’estate arrivano i turisti, cerco di mantenere la distanza di 3-4 metri.
Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Mauro morandi (@mauro_morandi_official)

— Dove andrà a vivere? Potrebbe descrivere la sua nuova abitazione?
— Penso di andare a Maddalena, sto cercando una sistemazione, un piccolo appartamento.
— Quindi ancora una volta cambierà radicalmente la sua vita e sarà costretto a tornare nel mondo di consumismo dal quale è scappato molti anni fa?
— Da questo punto di vista mi sono oramai rafforzato. Anche se mi andrò a Maddalena, sta sicura che non mi comporterò come la maggior parte della gente e non frequenterò dei bar, dei ristoranti e non andrò al cinema. Al massimo, quando ne ho veramente bisogno, andrò al supermercato per fare un po’ di spesa, ma anche nel mangiare sono molto parco. Inoltre, questo appartamentino che sto cercando di affittare è in periferia ma naturalmente sarà con vista mare, come c’è l’ho qua, a Budelli.
Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Mauro morandi (@mauro_morandi_official)

— Dicono che ha trovato l’amore…
— Non voglio toccare questo argomento…
— Per buona parte della Sua vita Lei ha svolto un lavoro importantissimo per salvaguardare l’isola in generale e la Spiaggia Rosa, paradiso chiuso a imbarcazioni e turisti, in particolare. Non è preoccupato per il loro futuro?  
— Adesso c’è il nuovo direttore che mi sembra una persona molto seria, molto in gamba che cerca di fare del bene dell’isola. L’ho sentito anche qualche giorno fa e mi sembra che sia una persona molto affidabile. Poi staremo a vedere, perché le persone si conoscono con il tempo. Dopo potrei anche cambiare l’opinione. Per ora sono convinto che Budelli sarà salvaguardata dal Parco.
P.S.
Un barlume di speranza per Mauro Morandi -  l’Ente Parco non esclude “nuove possibili collaborazioni”.
"Riconosciamo l'importanza del ruolo svolto dall’ex guardiano – si legge in un comunicato -, sia per la custodia della Spiaggia Rosa da avventori e depredatori che per la grande risonanza mediatica che ha fornito all’Arcipelago di La Maddalena. Una risonanza che ha concentrato l'attenzione del mondo intero sull’isola di Budelli, sulla sua bellezza e la sua natura selvaggia”.
Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Mauro morandi (@mauro_morandi_official)

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала