Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pregliasco e il paziente che ha detto no ad AstraZeneca, colpa di comunicazione cacofonica

© Sputnik . Konstantin MikhalchevskyUn'operatrice sanitaria tiene la siringa con il vaccino contro Covid
Un'operatrice sanitaria tiene la siringa con il vaccino contro Covid - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Pregliasco racconta la sua esperienza da vaccinatore presso un hub vaccinale. Un uomo molto spaventato gli ha rifiutato l'AstraZeneca nonostante le rassicurazioni.
Il virologo Fabrizio Pregliasco è tra i medici che sta effettuando le vaccinazioni presso gli hub vaccinali, e racconta che un paziente aveva il terrore negli occhi quando gli è stato comunicato che avrebbe ricevuto il vaccino AstraZeneca.
Lui ha avuto con il paziente un lungo colloquio che però non è servito a convincerlo. “Alla fine ha detto no”, ha raccontato Pregliasco all'Adnkronos e questo per lui è stato doloroso.
“È drammatico constatare il male che può fare una comunicazione cacofonica e scoordinata”, ha detto il virologo che ha vaccinato presso l’hub vaccinale di Novegro in provincia di Milano.
Il docente all’Università Statale di Milano ha raccontato che il 62 enne era veramente spaventato quando gli è stato comunicato che avrebbe ricevuto AstraZeneca.
Il professore spiega che lo ha visto particolarmente spaventato. L’uomo si aspettava di ricevere lo Pfizer.
L’uomo alla fine ha deciso di andare via preferendo di essere messo in coda, perché chi rinuncia al vaccino che gli viene assegnato non ha altra scelta.
"Non mi stupisce, ma resta comunque un grande dolore”, ha affermato l’accademico ricordando che tutto ciò si verifica anche con i vaccini per l’infanzia o altri ancora.
“Ci si focalizza sui rarissimi eventi avversi più che sugli innumerevoli benefici” e questo a causa di “una comunicazione così insistente che arriva a costruire un convincimento sostanzialmente sbagliato”.
Pregliasco ha detto che sulle 15 vaccinazioni che ha fatto, solo a 5 era stato assegnato l’AstraZeneca. “Tutti gli altri hanno accettato l’iniezione alzando il braccio con grandissima serenità. Tutti tranne quel signore che non sono riuscito a convincere”, ha concluso.
Ieri, intanto, il Comitato tecnico scientifico ha rassicurato che non ci sono problemi nel ricevere la seconda dose di AstraZeneca.
Anche l'immunologa Viola ha rassicurato le donne che devono fare la seconda dose di AstraZeneca.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала