Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Metro C, quel debito del Campidoglio: "Rischio danni alle finanze pubbliche"

© Foto : Marco Minna - © Agenzia NovaRoma, un cantiere della Metro C
Roma, un cantiere della Metro C - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Il consorzio di imprese che sta costruendo la linea C della metropolitana di Roma chiede al Campidoglio 11 milioni di euro e avverte: “Ogni ingiustificato e ulteriore ritardo comporta crescenti danni alle finanze pubbliche”.
Undici milioni di euro che Metro C Scpa chiede al Campidoglio di pagare come “ulteriori importi dovuti a titolo di rivalutazione valutaria ed interessi sanciti”.
Si tratta, spiega Roma Today, di una parte della somma che Roma Metropolitane, la stazione appaltante del Comune di Roma per l’opera, è stata condannata a pagare al consorzio di imprese che dal 2006 si sta occupando di realizzare l’infrastruttura, che oggi è operativa per un terzo del tracciato.
Una sentenza dell’aprile 2020 aveva obbligato il Campidoglio a versare “gli oneri aggiuntivi” per le modifiche al progetto originario. Ma denuncia la Scpa in una lettera, pubblicata dallo stesso quotidiano online, finora da Roma Capitale sarebbero arrivati soltanto 15,5 milioni di euro, corrispondenti alla “sorte capitale determinata nel lodo”.
La cifra, però, secondo il consorzio, sarebbe servita soltanto a coprire gli interessi di mora sulle fatture emesse dall’ottobre del 2013.
La richiesta all’amministrazione, quindi, è quella di provvedere urgentemente al pagamento del restante importo. “Ogni ulteriore ingiustificato ritardo nel compimento degli adempimenti dovuti costituisce causa di progressivo aggravio degli oneri a carico della finanza pubblica”, ammoniscono i costruttori, citati da Roma Today. 
Le imprese, quindi, evocano la possibilità, in caso contrario, di segnalare l’eventuale danno erariale derivante dall’aumento degli interessi di mora.
A metà aprile il governo aveva annunciato lo stanziamento di 10 miliardi di euro per le infrastrutture destinati a sbloccare 57 opere strategiche a Roma e nel Lazio.
Tra queste rientra anche l’allungamento del tratto della Metro C che va dal Colosseo fino a piazzale Clodio. Maurizio Gentile, ex amministratore delegato di Rfi, è il commissario individuato dall’esecutivo per supervisionare i lavori.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала