Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il consiglio dell’immunologa Viola alle donne sulla seconda dose AstraZeneca

© REUTERS / Hannibal HanschkeIl vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Fare o non fare la seconda dose del vaccino AstraZeneca? Questo è il problema che affligge molte donne che hanno ricevuto la prima dose. La risposta la fornisce la virologa.
L’immunologa Antonella Viola dice su Facebook che molte donne la stanno sommergendo di domande sulla seconda dose del vaccino contro il coronavirus AstraZeneca: Lo dobbiamo fare o non lo dobbiamo fare?
La dottoressa risponde che “non ci sono motivi per pensare che chi non ha avuto effetti collaterali gravi a seguito della prima somministrazione possa averli con la seconda”. Morale della favola, “chi ha avuto il vaccino AstraZeneca ed è stato bene o ha avuto solo febbre e dolori sparsi per qualche giorno, può e deve fare la seconda dose”.
Lo stesso consiglio lo aveva dato anche il Comitato tecnico scientifico ieri, il quale aveva detto che i casi di trombosi rare si sono verificati a seguito della somministrazione della prima dose e non della seconda.

Quando non ricevere la seconda dose AstraZeneca

La dottoressa non si limita solo a incoraggiare alla vaccinazione con seconda dose di AstraZeneca, ma dice anche quando è il caso di parlare con il proprio medico.
“Qualcuno di voi mi ha scritto di aver avuto piastrinopenia a seguito della vaccinazione e un paio di donne mi hanno anche mandato foto di chiazze rosse (petecchie). In questi casi, dovete parlare col vostro medico perché probabilmente non è il caso di ricevere la seconda dose”, scrive la virologa.
Come mai? Perché “il punto è che chi manifesta questi sintomi – così come mal di testa persistente, offuscamento della vista, dolore addominale persistente, dolore al petto e difficoltà respiratorie, gonfiore anomalo alle gambe – dovrebbe andare immediatamente dal medico per gli approfondimenti diagnostici in modo da capire se si tratta di un evento di alterazione della coagulazione associato al vaccino”.

In definitiva

“Quindi: se non avete avuto il Covid19 (in questo caso può bastare una dose) e se non avete avuto disordini della coagulazione dopo la prima dose, andate tranquillamente a fare la seconda dose. Se avete dubbi, andate a parlare con il vostro medico”, conclude la dottoressa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала