Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I colori dell'Italia: le zone del paese dopo il 7 maggio

© Depositphotos / Volina Le mappe di ogni regione italiana
 Le mappe di ogni regione italiana - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
Situazione perlopiù stabile in tutta la penisola, ma ci potrebbero essere dei cambi per alcune regioni da lunedì, anche se a rischio di passare a una zona più restrittiva sarebbe evitato da quasi tutte le regioni, ad esclusione di un paio di casi.
Sull'Italia domina il giallo, con quasi tutte le regioni con indici Rt stabili e per ora sotto la soglia di preoccupazione.
Il bollettino settimanale di venerdì 7 maggio permetterà di comprendere meglio l'andamento della prossima settimana, anche se si prevede che la situazione dovrebbe rimanere per lo più invariata.
Sono giusto un paio i territori incerti. Ecco un sunto della situazione attuale.

In bilico tra zone

Al momento, la Campania è l'unica regione italiana che potrebbe essere a rischio di un peggioramento di fascia e passare da gialla in arancione, visto che la settimana scorsa ha registrato un Rt di 1,08, rientrando nella fascia di allerta. La situazione è particolarmente pressante a Napoli, dove si sono registrati 250 casi ogni 100mila abitanti.
Tuttavia, le soglie di occupazione degli ospedali e delle terapie intensive rimangono sotto la norma critica, e questo potrebbe bastare per restare in zona gialla.
Altra regione incerta è la Valle d'Aosta, al momento l'unica zona rossa dopo un aumento di incidenza di casi. I numeri, però, non richiedono una permanenza in questa zona per due settimane, quindi esiste la possibilità, se ci sarà un miglioramento con il bollettino di venerdì, che la regione possa passare in arancione.
La Sardegna potrebbe invece restare in zona arancione, nonostante stia da tempo premendo per la permanenza di una sola settimana in questa fascia. Di nuovo, la decisione del ministro della Salute Roberto Speranza sarà basata sui dati del report.

Chi in zona gialla

Esclusa la Campania, tutte le altre regioni in zona gialla dovrebbero rimanere tali anche la prossima settimana, con forse qualche possibile aggiunta.
Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia, infatti, stanno vedendo una ripresa nell'indice di Rt (Puglia ben sotto un Rt di 1), ma rimangono incerte visto comunque l'alto tasso di occupazione delle terapie intensive e degli ospedali, anche se i numeri vedono il trend in miglioramento.
Le regioni al momento in zona gialla e che non dovrebbero variare sono: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto e le province autonome di Bolzano e di Trento.
 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала