Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Pfizer aumenta il prezzo del vaccino: ecco quanto costerà

© AP Photo / Jae C. HongSiringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19
Siringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19  - Sputnik Italia, 1920, 06.05.2021
Seguici su
L'indiscrezione arriva dal quotidiano tedesco Die Welt, che parla di 23,2 euro a fiala per il nuovo contratto da 900 milioni di dosi sottoscritto con la Commissione UE.
Il prezzo del vaccino Pfizer potrebbe schizzare da 15,5 a 23,2 euro a fiala. È quanto anticipa il quotidiano tedesco Die Welt, che fa riferimento ad un'informativa del ministero dell’Economia di Berlino.
Secondo lo stesso giornale, la Commissione europea avrebbe negoziato un terzo contratto con la multinazionale americana per accaparrarsi 900 milioni di dosi dal dicembre 2021 fino al 2023, concordando un'opzione per altri 900 milioni di dosi.
La differenza di prezzo sarebbe motivata da un ammodernamento del preparato che, come si legge sul Giornale.it, sarà efficace contro le nuove varianti del virus e sarà adatto anche per l’immunizzazione dei bambini.
Anche il contratto sarà diverso, più restrittivo nei confronti della casa farmaceutica, ad esempio sul nodo relativo ai tempi di consegna. Ci saranno anche nuove clausole di responsabilità e un accordo per l’eventuale adattamento a nuove mutazioni del virus.
Per ora da Bruxelles non sono state confermate le indiscrezioni pubblicate dal Die Welt. La commissione, riporta il Giornale.it, si è limitata a dire che il vaccino costerà di più, senza però confermare il prezzo di acquisto.
Ad anticipare un possibile aumento del costo del vaccino americano, nelle scorse settimane, era stato anche il premier bulgaro Boyko Borissov, che aveva ipotizzato un possibile aumento del 60% del prezzo per le nuove forniture, da 12 a 19,50 euro.
Il quotidiano tedesco, però, scommette su un incremento addirittura maggiore, fino ad oltre 23 euro a fiala. La Germania, secondo Die Welt, riceverà 165 milioni di dosi a fronte di una spesa di 3,83 miliardi di euro.
Intanto, martedì scorso la casa farmaceutica americana ha fatto registrare un balzo in avanti sulle proiezioni degli utili per il 2021, proprio sull’onda delle vendite dei vaccini anti-Covid.
Nel primo trimestre dell’anno, si apprende dall’agenzia di stampa AFP, l’azienda ha registrato un aumento dei profitti e delle entrate, stimando ricavi di 26 miliardi per il 2021, derivanti soltanto dalla commercializzazione di Corminaty.  
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала