Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

No ai lavapiatti, sì a scienziati e premi Oscar: così cambia l'immigrazione nel Regno Unito

© AFP 2021 / JUSTIN TALLISBandiere UE Regno Unito
Bandiere UE Regno Unito - Sputnik Italia, 1920, 05.05.2021
Seguici su
La ministra dell'Interno britannica Priti Patel ha annunciato l'apertura di una corsia preferenziale per l'ottenimento del visto per vivere e lavorare nel Regno Unito ai vincitori di Oscar, Grammy, Nobel e altre onorificenze internazionali: "Vogliamo i migliori e i più brillanti".
Dai lavapiatti ai premi Nobel. Così cambia l’immigrazione in Gran Bretagna nell’era post-Brexit. Ieri la ministra dell’Interno di Londra Priti Patel, ha presentato la nuova riforma dell’immigrazione. Tra le novità, secondo quanto si apprende dalla Bbc, c’è anche quella di dedicare una “corsia preferenziale” per l’ottenimento del visto per vivere e lavorare nel Regno Unito a chi nella sua carriera ha vinto riconoscimenti prestigiosi in diversi campi, come un Oscar, un Grammy o un premio Nobel.
L’obiettivo, spiegano dal governo inglese, è quello di attrarre i “migliori e i più brillanti” da tutto il mondo. La ministra ha chiarito che i destinatari di questi riconoscimenti hanno “raggiunto l’apice della loro carriera” e di conseguenza hanno “molto da offrire al Regno Unito”.
“Questi cambiamenti – ha aggiunto – daranno loro l’opportunità di essere liberi di entrare nel Paese e lavorare nell’arte, nel campo scientifico, nella musica o nella nostra industria cinematografica”.
“Questo – ha concluso – è esattamente il punto su cui è stato costruito il nostro sistema di immigrazione a punti: attrarre i migliori e i più brillanti in base alle loro capacità e al loro talento, non alla provenienza geografica".
La lista dei premi riconosciuti dal governo come meritevoli della corsia preferenziale per ottenere il visto, fanno sapere da Downing Street, sarà aggiornata nelle prossime settimane. Per ora comprende riconoscimenti nel campo delle scienze, delle tecnologie, della danza, del teatro, dell’architettura e della moda, oltre che del teatro, cinema e arte.
Tra questi ci sono gli Oscar, i Golden Globe, Bafta, Brit Award, Mobo, Grammys, Dorothy and Lillian Gish Prize, Hugo Boss Prize, premio Nobel, il premio Queen Elizabeth per l’ingegneria e così via.
Lo scorso marzo, si legge ancora sulla Bbc, la ministra dell’Interno aveva presentato la revisione, definita "equa ma decisa", dell’ingresso dei richiedenti asilo nel Paese, attirandosi le critiche dei laburisti, che criticavano la mancanza di “competenza e compassione” del piano.
La riforma del governo comprendeva un giro di vite sui trafficanti e la valutazione delle domande dei rifugiati in base alla modalità di ingresso nel Regno Unito.
Il sistema di immigrazione a punti introdotto nel Regno Unito è simile a quello di Usa e Australia. Tra i requisiti per trasferirsi oltre Manica, ricorda Repubblica, c'è il titolo di studio, la conoscenza della lingua inglese e il reddito percepito, che dovrebbe essere vicino agli standard britannici.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала