Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il futuro della nuova Alitalia in due bozze: deciderà Draghi

© Foto : CUB TRASPORTILa manifestazione dei lavoratori Alitalia a Roma
La manifestazione dei lavoratori Alitalia a Roma - Sputnik Italia, 1920, 05.05.2021
Seguici su
Secondo alcune fonti citate dal Corriere, a breve il premier potrebbe inoltrare a Bruxelles una bozza contenente il piano industriale della nuova Ita. L'obiettivo è far decollare la Newco entro l'estate.
"Il piano industriale di Ita prevede una compagnia non grande quanto Alitalia ma destinata a crescere. Ne stiamo discutendo da varie settimane con l'Unione Europea e siamo alle battute finali”. Lo ha assicurato ieri sera il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, su La7.
Secondo le indiscrezioni pubblicate dal Corriere della Sera, infatti, il premier Mario Draghi avrebbe ricevuto due bozze di piano industriale e nei prossimi giorni una delle due dovrebbe essere inoltrata a Bruxelles dal governo italiano. Una decisione è attesa a stretto giro, anche se per ora si sa poco sul contenuto dei due documenti. Secondo le fonti istituzionali citate dallo stesso quotidiano, comunque, entrambi comporterebbero “sacrifici”.
Si tratta di due schemi simili, con i quali il governo italiano cerca di venire incontro alle richieste di Bruxelles, che chiede discontinuità rispetto alla vecchia compagnia. Tra i nodi principali c’è quello dell’handling, della manutenzione, ma anche del programma fedeltà Mille Miglia, che potrebbe finire nel cassetto dei ricordi.
Una volta che Palazzo Chigi prenderà la sua decisione, la documentazione verrà spedita alla Commissione UE. L’obiettivo è quello di far decollare la Newco entro l’estate, ma siamo già sul filo del rasoio visto che, ricorda ancora il Corriere, ci vorranno almeno 60 giorni per l’avvio delle operazioni.
Quindi, è necessario che l’ok da parte della commissaria UE alla Concorrenza, Margrethe Vestager, arrivi non più tardi della metà di maggio. Altrimenti, sarà difficile per la nuova compagnia rispondere alla concorrenza delle low cost che si stanno imponendo sul mercato con prezzi ultra-concorrenziali per la stagione estiva.
Oggi è previsto un incontro tra i vertici della vecchia Alitalia e i sindacati, mentre non c’è ancora una data per un faccia a faccia tra Vestager e i ministri italiani interessati dal fascicolo su Ita. L’ultimo confronto c’è stato lo scorso 16 aprile in videoconferenza.
Intanto il leader della Lega, Matteo Salvini, ieri si è scagliato proprio contro l’Europa sul dossier che riguarda la compagnia aerea: “Ci aspettiamo aiuti concreti per uscire dalla pandemia, non tagliole e diktat”.
“Non dovrebbe decidere un burocrate di Bruxelles della vita dei lavoratori di Fiumicino e Malpensa, si facessero gli affari loro”, ha tuonato Salvini, citato da Libero, durante una conferenza stampa alla Camera.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала