Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Due indagati per la morte di Luana D’Orazio, l’operaia uccisa da un orditoio

Luana D'Orazio - Sputnik Italia, 1920, 05.05.2021
Seguici su
Per la morte di Luana D'Orazio, la giovane operaia di Pistoia, ci sono due iscritti nel registro degli indagati. La Procura nominerà dei periti per effettuare prove tecniche su due orditoi.
La Procura di Prato aveva aperto una inchiesta sulla morte di Luana D’Orazio ed ha ora iscritto due persone nel registro degli indagati, lo riporta l’agenzia di stampa Ansa che ha ricevuto l’informazione dagli inquirenti.
Le iscrizioni una “formalità” per consentire la nomina dei periti di parte durante gli accertamenti tecnici che la Procura ha disposto sull’orditoio che ha ucciso la giovanissima ragazza che aveva un figlio di 5 anni.
Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, determinate operazioni che si conducono intorno ad un orditoio necessitano ufficialmente di due persone per essere condotte. Inoltre, sempre secondo la ricostruzione fatta dal quotidiano italiano, gli esperti contattati hanno affermato che questi macchinari hanno delle fotocellule integrate che scattano in presenza di un operaio rimasto impigliato nel macchinario.

Le prove tecniche su due orditoi

La magistratura ha sequestrato due orditoi per effettuare le prove tecniche. Il primo è quello che ha ucciso la giovane operaia, il secondo è accanto al primo.
Nel frattempo le indagini proseguono con l’ascolto degli operai che erano presenti in fabbrica al momento dell’incidente.
Presto sarà eseguita anche l’autopsia sul corpo martoriato di Luana.

La morte di Luana

Luana D'Orazio, giovane mamma di 22 anni, è morta tragicamente a causa di un infortunio sul lavoro avvenuto in una fabbrica tessile in provincia di Prato, dove lavorava da quasi un anno come operaia. Secondo le ricostruzioni sarebbe rimasta impigliata e risucchiata dal rullo dell'orditore, un macchinario che produce la trama dei tessuti. Il suo collega di postazione non ha potuto fare nulla per evitare l'incidente, avvenuto lunedì mattina. Luana, che viveva in provincia di Pistoia con i suoi genitori e il fratello, lascia orfano un bimbo di 5 anni.
Ieri l'ex premier Giuseppe Conte ha ricordato la morte di Luana, rilanciando la proposta di riscrivere lo Statuto dei Lavoratori risalente al 1970. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала