Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dichiarazione precompilata anche per l’IVA, lo annuncia l’Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate - Sputnik Italia, 1920, 05.05.2021
Seguici su
L'Agenzia delle Entrate automatizza i processi e snellisce ulteriormente la dichiarazione IVA. Dal prossimo anno diventerà automatico il registro IVA mensile.
Un'importante evoluzione nella dichiarazione dei redditi delle imprese approderà nel 2022, quando l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei soggetti obbligati alla rendicontazione dell’IVA, una dichiarazione annuale IVA precompilata.
I soggetti o i loro intermediari potranno quindi accedere alle bozze dei registri IVA mensili e verificare se sono complete o integrarle aggiungendo le operazioni mancanti.
Questo significa che convalidando i registri, il contribuente non sarà più obbligato alla tenuta dei registri IVA mensili convalidati, perché saranno memorizzati dall’Agenzia delle Entrate direttamente.
La grande evoluzione è stata spiegata quest’oggi dal presidente dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, riporta Teleborsa.

Come dichiarare gli aiuti di Stato

Il presidente dell’Agenzia delle Entrate, ha spiegato anche che i contributi a fondo perduto erogati a beneficio delle imprese, sono da considerarsi come aiuti di Stato “automatici” e come tali vanno dichiarati.
“Nel prospetto relativo agli Aiuti di Stato presente nelle dichiarazioni fiscali il contribuente è tenuto a indicare gli aiuti di cui ha fruito e i dati necessari a consentirne la registrazione da parte dell'Agenzia”, ha spiegato Ruffini.
Tali dati vanno riportati dal contribuente, perché l’Agenzia delle Entrate non ne dispone nelle sue banche dati.

Modello 730 precompilato si arricchisce

Intanto nel 2021 si arricchisce ulteriormente il modello 730 precompilato per i redditi del 2020. Si aggiungono anche le spese per istruzione scolastica, come gli oneri e le spese.
La precompilata viene scelta da un numero crescente di persone. Lo scorso anno 3,8 milioni, contro gli 1,4 milioni di cittadini che ne avevano fatto ricorso nel 2015.
In termini percentuali il 17% dei contribuenti che nel 2020 ha dovuto presentare il modello 730, ha scelto questa modalità.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала