Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Osso di mammut ritrovato in Florida: è enorme e risale all'Era Glaciale – Foto, Video

© Foto : Mauricio Antón [CC BY 2.5] 2004Mammut - rappresentazione artistica
Mammut - rappresentazione artistica - Sputnik Italia, 1920, 04.05.2021
Seguici su
Due subacquei paleontologi non professionisti hanno scoperto nelle acque di un fiume della Florida un gigantesco osso di mammut risalente probabilmente all’ultima era glaciale e che potrebbe forse avere fino a 100mila anni.
I due cacciatori di fossili dilettanti, Derek Demeter e Henry Sadler, erano in immersione nel fiume Peace, nel sud-ovest della Florida, quando si sono imbattuti nella loro più grande, in tutti i sensi, scoperta.
Un enorme osso di 1,2 metri per 23 kg di peso, probabilmente un femore, appartenuto ad una specie chiamata ‘mammut colombiano’.
Il mammut colombiano, nome scientifico ‘Mammuthus columbi’, è stato uno dei più grandi proboscidati mai esistiti sulla Terra, con i suoi 4 metri di altezza al garrese e un peso di 10 tonnellate. Visse negli odierni Stati Uniti (il cui nome storico è Columbia) nel periodo del Pleistocene tra i 100 e i 10 mila anni fa.
I due sommozzatori non sono nuovi a ritrovamenti di tutto rispetto, avevano già donato al museo Florida Museum of Natural History a Gainesville ossa di squali estinti, denti di tigre a sciabola e altri interessanti fossili, ma questo è sicuramente il loro colpo meglio riuscito.
​"Questa volta non lo so se lo donerò al museo. Penso che me lo terrò in classe. È un pezzo di storia straordinario che entusiasma i bambini ed è così tangibile", ha detto ai media Sadler che di professione è un insegnante.
Il piano originale era quello di andare a caccia di denti di squalo a Venice, località marittima sulla costa ovest della Florida, ma a causa del vento forte, Demeter e Sadler hanno dovuto cambiare i loro piani.
Un segno del destino lo hanno interpretato i due ‘Indiana Jones’ del Pleistocene – “In pratica è stato il vento che ci ha cacciati da Venice per andare lì e farci trascorrere uno dei giorni più epici che abbiamo mai avuto”, ha raccontato Sadler ai media.