Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'UE si sbilancia, ma non troppo: via libera ai vaccinati con Sputnik V dopo l'ok di EMA o OMS

© Sputnik . Alessandro Rota / Vai alla galleria fotograficaTuristi in Italia
Turisti in Italia - Sputnik Italia, 1920, 03.05.2021
Seguici su
I funzionari europei ritengono importante che il vaccino presente nel certificato Covid di coloro che entrano nell'UE da paesi terzi sia approvato dall'EMA oppure sia nella lista dell'OMS dei vaccini in uso di emergenza.
Lunedì la Commissione Europea ha reso nota la raccomandazione sull'allentamento delle restrizioni all'ingresso nell'UE da paesi terzi. La proposta prevede la possibilità di entrare nei paesi dell'Unione per coloro che sono stati vaccinati a due settimane dall'ingresso con i preparati approvati dal regolare sanitario europeo.
I singoli paesi dell'UE potranno autorizzare l'ingresso ai vaccinati con i medicinali della lista dell'OMS dei vaccini in uso di emergenza.
Turisti a Roma in un'estate pre-covid - Sputnik Italia, 1920, 15.04.2021
Ue, Breton: certificato Covid pronto per il primo giugno
La Commissione Europea si aspetta che la proposta verrà approvata dal Consiglio Europeo entro fine maggio e potrebbe entrare in vigore da giugno, nel momento in cui dovrebbero iniziare a funzionare i certificati Covid.
Una fonte in un organo dell'Unione Europea ha ribadito che ci sono due modi per rendere un vaccino valido e permettere ad un viaggiatore di entrare nell'UE in futuro. Occorre che il preparato sia:
  • approvato dall'EMA,
  • appartenente all'elenco OMS dei vaccini per l'uso di emergenza.
© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaCorridoio di disinfezione in un aeroporto
Corridoio di disinfezione in un aeroporto - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Corridoio di disinfezione in un aeroporto
"Non siamo contrari allo Sputnik V o a qualsiasi altro vaccino, ma il criterio principale è l'approvazione da parte dell'EMA o l'inserimento nella lista di preparati per l'uso di emergenza dell'OMS", ha svelato il funzionario ai giornalisti, osservando che né il vaccino russo, né quello cinese sono approvati dall'EMA o inseriti nella lista OMS.
La fonte ha sottolineato che il documento sulla vaccinazione dei viaggiatori deve contenere le informazioni sul vaccino usato.
In precedenza il ministro degli Esteri della Repubblica Ceca Tomas Petricek aveva affermato che il certificato sarà "uno strumento che assisterebbe ai viaggi turistici e di lavoro all'interno dell'UE".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала